11 mesi fa redazione@sora24.it
LETTO 430 VOLTE

Concerti del Comprensivo n.3 di Sora al Palasport “L.Polsinelli” e all’Ospedale “SS.Trinità”

Quando la memoria del Natale è soprattutto solidarietà e condivisione, allora è veramente festa grande. Il 13 dicembre scorso, ricorrenza di S. Lucia, i bimbi della Scuola “Beata Maria De Mattias”, hanno reso felici, con il loro concerto di Natale, gli ospiti del reparto oncologico dell’ospedale “SS. Trinità” di Sora. Una efficace prova di tenerezza e di attenzione verso chi attraversa un momento delicato della vita. Ed ora altri due interessanti e straordinari appuntamenti che vedono protagoniste le diverse componenti dell’Istituto Comprensivo n. 3 di Sora, diretto dalla dott.ssa Marcella Maria Petricca.

Il giorno 19 dicembre, presso il Palazzetto dello Sport “L.Polsinelli”, con inizio alle ore 18.00, il programma prevede un ricco elenco di esibizioni. Iniziano la Scuola dell’Infanzia del “Rione Indipendenza” e le classi quinte della Scuola Primaria “A. Lauri”, con l’accompagnamento dell’Orchestra della Scuola Media “E. Facchini”. Sarà poi la volta del “Canto di Natale” di Dickens, tra coreografia e musica, a cura della classe quinta della Scuola Primaria “A. La Rocca” di Valleradice. Seguiranno sketch natalizi con gli alunni del “Laboratorio teatrale” della Scuola Media “E. Facchini”.

Quindi il “Concerto di Natale” dell’Orchestra della stessa Scuola Media “E. Facchini”. Gli auguri finali arriveranno a tutti, attraverso le note e le voci del “Coro Gospel” dell’Istituto Comprensivo n.3. Un altro simpatico appuntamento con “Note di Natale” è stato organizzato per mercoledì mattina, 21 dicembre alle ore 11.00, in collaborazione con la benemerita Associazione “IRIS”, presso il reparto di Oncologia dell’Ospedale Civile “SS. Trinità”. Si esibiranno in concerto i ragazzi della Scuola Media “E. Facchini”. Arie ed atmosfere di amicizia e di solidarietà. È l’impegno didattico e professionale di tutta la “Scuola” di Sora che “apre” ai valori veri della vita Anche questo, soprattutto questo è “Natale”.

Gianni Fabrizio

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu