4 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 317 VOLTE

“Confermato lo Stato di Agitazione degli Operatori dei Centri Diurni Disabili di Sora e Arpino”

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa a firma del segretario generale FP CGIL FROSINONE, Beatrice Moretti

Un tavolo di confronto urgentissimo: questa la richiesta formale avanzata oggi da Beatrice Moretti – Segretario Generale della FP CGIL di Frosinone – al Presidente dell’AIPES Ottaviani per discutere delle ore di lavoro tagliate ai contratti degli operatori addetti ai Centri Disabili Adulti di Pescosolido e Arpino.

Questa O.S. fa presente che alla luce della decisione di ripristinare la situazione precedente alla nuova gara nei Centri in argomento, così come emerso nella riunione del 10/06 u.s. tra AIPES, Cooperativa CO.SE.LO., Amministratori Comunali e rappresentanti dei Genitori dei Disabili per cui giustamente gli utenti hanno ripreso la frequenza delle strutture di riferimento, i lavoratori necessariamente devono riprendere a svolgere le ore di lavoro così come facevano in precedenza.

La FP CGIL rammenta che le ore settimanali complessive dei 7 operatori svolti al Centro di Arpino, prima della nuova gara, erano 129 e attualmente sono 84, mentre al Centro di Pescosolido le 6 unità addette, a fronte di 150 ore settimanali complessive, ne hanno appena 84.

Ancora una volta ribadiamo l’illegittimità di questa drastica decurtazione delle ore di lavoro delle operatrici che quotidianamente si prendono cura con professionalità e dedizione di persone disabili che hanno diritto a livelli di assistenza ottimali.

Il personale addetto ai Centri Disabili e questa O.S. hanno dimostrato di avere senso di responsabilità, tanto da sottoscrivere un cosiddetto “PATTO DI TERRITORIO” con l’Aipes e le Cooperative che gestiscono il servizio, evitando di rivolgersi al Giudice per ottenere il pagamento delle spettanze arretrate (ben 5 mesi) e accontentandosi del solo stipendio corrente, per salvaguardare il funzionamento dei Servizi Sociali.

Un patto però che regge solo se tutte le parti continuano a rispettarlo, ma al momento, sembra che gli unici che ne stanno facendo le spese siano esclusivamente i lavoratori.

La FP CGIL di Frosinone auspica che il buon senso prevalga e alla luce della convocazione richiesta ad AIPES comunica l’intenzione di revocare la giornata di sciopero proclamata per il 14/06 p.v., ma di confermare lo stato di agitazione di tutti gli operatori dei Centri Disabili Adulti di Pescosolido e Arpino, riservandosi di assumere eventuali altre iniziative di protesta in assenza di un riscontro positivo alle istanze sindacali.

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu