6 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 738 VOLTE

Continuano i furti con scasso nel sorano, a Carnello villa d’un imprenditore presa di mira dai ladri

Continuano i furti nel sorano, a Carnello i ladri entrano in azione in pieno giorno e rubano 4mila euro in oro e preziosi da una villa in località Sant’Altissimo, in territorio di Arpino. Sul caso indagano i Carabinieri di Sora coordinati dal capitano Ciro Laudonia. Singolare la dinamica dell’ultimo colpo: un uomo di corporatura robusta l’altro ieri si è presentato verso le 9.30 del mattino all’ingresso della fabbrica di un noto imprenditore arpinate per chiedere lavoro. Quindi l’uomo, alto un metro e ottanta, di carnagione scura e dall’accento settentrionale, dopo aver parlato con il titolare dell’impresa, ha fatto finta di allontanarsi da Sant’Altissimo. Tuttavia di nascosto dall’ignaro imprenditore, forzando una finestra, si è introdotto nella sua abitazione, una villa adiacente alla fabbrica, che in quel momento era vuota. Qui il malvivente, approfittando dell’assenza in casa dell’imprenditore e dei suoi familiari, ha trafugato indisturbato i gioielli e l’oro della moglie dell’industriale. Il ladro quindi si è allontanato portando addosso con sé i preziosi con l’aiuto di un complice che lo aspettava all’interno di un’auto, una Fiat Punto di colore grigio, parcheggiata l’altra mattina vicino lo stabilimento di Sant’Altissimo; ma lontana dal raggio d’azione del circuito di video sorveglianza di cui la fabbrica è munita. A bordo dell’utilitaria i due malviventi si sono dileguati. Dal racconto dell’industriale i Carabinieri di Sora agli ordini del Luogotenente Giovanni Sicignano non escludono che ci possa essere un collegamento tra i ladri del colpo in villa a Carnello e i recenti furti con scasso avvenuti nei giorni scorsi nel centro di Sora.  

Il direttore di Sora24 – SACHA SIROLLI

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu