10 novembre 2011 redazione@sora24.it
LETTO 640 VOLTE

Convegno “Mettiamo in Comune l’educazione finanziaria”

Il giorno venerdì 11 novembre 2011, alle ore 10:00, si terrà presso l’Auditorum Comunale di Sora, sito in P.zza Mayer Ross, il convegno “Mettiamo in Comune l’educazione finanziaria”. Il progetto, promosso da PattiChiari e ANCI, vede coinvolta l’Associazione CODICI responsabile dell’organizzazione dell’incontro rivolto alla popolazione adulta.

Obiettivo dell’incontro è quello di favorire la divulgazione di tematiche di educazione finanziaria e stimolare nei cittadini una maggiore consapevolezza rispetto alla gestione delle proprie risorse economiche.
Il convegno, che sarà condotto nelle vesti di moderatore dall’Avvocato Augusto Casinelli, responsabile dell’ufficio legale CODICI della Provincia di Frosinone, vedrà coinvolti come relatori il Dottor Lucio Crispi, il Dottor Salvatore Lombardi ed il Presidente del consiglio Comunale Dottor Giacomo Iula.

Non si tratterà di un vero e proprio convegno, ma di un incontro in cui i cittadini potranno chiedere delucidazioni su diversi argomenti tra cui come aprire un conto corrente, accendere un mutuo, investire in forme di previdenza complementare. Il dibattito, pertanto, richiederà la partecipazione attiva dei cittadini che avranno la possibilità di porre domande a tecnici del settore per dissipare eventuali dubbi su come utilizzare il proprio denaro in modo più sicuro e senza rischi.

Interverranno, inoltre, il Dottor Marco Burchietti, Direttore territoriale della Banca Monte Paschi di Siena ed il direttore della filiale di Sora Dottor Massimo D’Aquilio.

L’Avvocato Augusto Casinelli ha spiegato: “Spero che i cittadini intervengano numerosi. Abbiamo messo a loro disposizione esperti del settore finanziario che risponderanno a domande su argomenti di attualità che molto spesso non sono approfonditi in modo corretto ed esaustivo. E’ necessario, inoltre, sottolineare che grazie all’Associzione CODICI è stato portato nel nostro territorio un importante progetto di livello nazionale”.

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu