50" di lettura

Coronavirus e Fase 2, il Ministro Boccia: «Mantenere terapie intensive e rafforzare presidi»

Le dichiarazioni rilasciate in serata dal Ministro per gli affari regionali e le autonomie, Francesco Boccia.

«Anche oggi i dati ci consegnano elementi incoraggianti nella lotta al virus. Questo non ci deve però di certo distrarre dal prevedere accurate misure che devono accompagnare la cosiddetta fase 2. Non bisogna allentare l’attenzione su alcuni fronti fondamentali, per non trovarci di fronte a una nuova fase di emergenze o a essere impreparati nella eventualità questa si presentasse.

Per questo i presidi sanitari territoriali vanno rafforzati e le terapie intensive non devono essere ridotte; vanno rispettati rigorosamente i protocolli per la sicurezza nei luoghi di lavoro; devono essere applicate le linee guida per i trasporti; si deve proseguire con le norme sul distanziamento sociale e sull’uso della mascherine.

È solo questo il modo per non sprecare i sacrifici fatti dai cittadini, per rispettare il lavoro instancabile di medici, infermieri, operatori sanitari, il sostegno dato dalle forze dell’ordine e dai militari, l’impegno di tanti volontari».

È quanto ha dichiarato il Ministro per gli affari regionali e le autonomie, Francesco Boccia.

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
MESSAGGIO PROMOZIONALE

Offerte valide dal 24 al 30 Settembre 2020.

EUTANASIA - La storia di Piera Franchini

Piera Franchini, a causa di una lesione al fegato ormai incurabile, andò in Svizzera per il suo suicidio assistito nel 2013.

EUTANASIA - Marco Cappato: «Caro Papa, e se sull'eutanasia il "crimine" foste voi a favorirlo?»

Queste le dichiarazioni sulla propria pagina Facebook di Marco Cappato, esponente dei Radicali e dell'Associazione Luca Coscioni.

CORONAVIRUS – Lattoferrina proteina anti Covid perché stimola l'immunità

Il Professor Massimo Andreoni, direttore dell'Unità malattie infettive al Policlinico di Tor Vergata a Roma, è intervenuto nella trasmissione "L'imprenditore e ...