5 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 688 VOLTE

“Cosa pensi dell’esito delle Primarie del Centrosinistra?” ENZO DI STEFANO risponde a Sora24

La seconda domanda rivolta da Sora24 agli esponenti politici locali riguarda l’argomento del giorno ossia le Primarie del Centrosinistra, che si sono svolte nella giornata di ieri (Domenica 25 Novembre ndr) richiamando alle urne oltre tre milioni di italiani.

Cosa pensi dell’esito delle Primarie del Centrosinistra?

Risponde Enzo Dì Stefano, due volte sindaco di Sora e consigliere regionale del Lazio nel Governo Storace 2000/05.

“Credo che le primarie del centrosinistra, a prescindere dal dato politico che hanno prodotto, debbano farci riflettere su un elemento in particolare: la voglia di politica della gente. Le immagini che abbiamo visto dei cittadini in coda ai seggi elettorali, disposti ad aspettare anche ore per esprimere la loro preferenza, devono rappresentare per tutti noi una vera lezione di democrazia. Ciò significa che siamo ancora in tempo per evitare le nefaste previsioni di chi pensa ad un inevitabile tsunami di astensionismo: se ci sono i programmi e se si riesce a parlare direttamente con le persone, la dialettica ed il confronto diventano formidabili strumenti di crescita e, di conseguenza, anche la partecipazione elettorale non può far altro che fortificarsi.

Ieri è stata scritta una bella pagina non solo per il centrosinistra, ma per tutti coloro che, come me, credono ancora nella necessità del primato della politica. Da un punto di vista politico, invece, c’è Bersani che vince ma non sfonda, con Matteo Renzi pronto a fargli lo ‘sgambetto’ al ballottaggio di domenica. Un confronto che si preannuncia appassionante e che seguirò con interesse. Dal canto suo, Nichi Vendola si aspettava certamente un risultato diverso da quello effettivamente acquisito: se c’è un deluso, credo sia lui.

In questo contesto, anche Sora ha dato il suo contributo, con quasi mille cittadini che hanno scelto di partecipare, determinando un interessantissimo risultato che, vista la netta prevalenza di Matteo Renzi, va in controtendenza rispetto ai dati emersi sia in provincia di Frosinone che nel resto del Paese. Anche questo, seppur in maniera più circoscritta, è un elemento che deve far riflettere. Ora non resta che attendere il ballottaggio, il cui esito è più incerto che mai, che a mio giudizio dovrà vedere i due contendenti impegnati più direttamente sul piano pratico e squisitamente programmatico”

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu