4 mesi fa redazione@sora24.it
LETTO 2.984 VOLTE

Cotral Sora-Roma: «E’ tutto da rifare!»

Ci scrive Alessandra Buffone per segnalare un problema sulla tratta Cotral Sora-Roma.

«Sono un pendolare della tratta Sora-Roma e viceversa da tanti anni ormai, ed in riferimento al nuovo servizio imposto dal Cotral a partire dal 12 giugno (ed ogni giorno che passa c’è un disservizio in più – viaggiare tutti i giorni per credere), volevo esprimere la mia amarezza e tristezza, in quanto è stato deciso di modificare radicalmente il servizio senza darne preavviso.

Di fatto, la variazione degli orari e dell’instradamento (tragitto) non è una decisione limitata al periodo “estivo”, bensì definitiva, con la sola variabile legata al numero di corse da modulare in funzione del periodo “scolastico” o “non scolastico”.

In particolare, il servizio offerto prima di questa data, prevedeva da Sora e viceversa, corse per Frosinone (direzione stazione FS), corse che transitavano per Ferentino ed imboccavano l’A1 ad Anagni, corse che transitavano per Frosinone per imboccare lì l’A1 e corse “dirette” con tragitto SSV Casamari-Ferentino A1. Un servizio oramai collaudato, funzionante (nonostante i disservizi che possono sempre capitare) e abbastanza dignitoso per i tutti i pendolari che per studio, salute e lavoro devono recarsi a Roma e tornare a casa – direzione Casamari-Sora e zone limitrofe.

Mi riferisco perciò a lunghi tragitti percorsi da persone che partono da un capolinea per arrivare all’altro. Una zona tanto periferica della provincia (Sora oltre a servire il suo comune serve anche i paesi confinanti), sprovvista di mezzi pubblici alternativi (senza perciò possibilità di scelta!), viene di fatto penalizzata in quanto ora, non essendoci più alcuna diversificazione, tutti gli autobus in partenza dalla stazione e diretti a Roma e viceversa, devono affrontare il lungo tragitto della strada statale (ad eccezione del piccolo tratto Boville-Veroli percorso sulla SSV – perché poi?) attraversare Frosinone, passare per il parcheggio che serve la stazione e lì imboccare l’A1.

Gli amministratori (Cotral? Sindaci?) nel momento della “pianificazione” sapevano che le corse “dirette” Sora-Roma e viceversa sono sempre sovraffollate? Sulla base di quale valutazione numerica è stato deciso di togliere un servizio che poteva essere sicuramente migliorato per offrirne uno completamente diverso? Quanti i soldi risparmiati? E quali i benefici ottenuti? Non posso proprio sentirmi dire che ora le corse sono aumentate, perché sono aumentati anche i tempi di percorrenza ed il tragitto (per arrivare a Sora impieghiamo circa 2h.15 ora che siamo in estate)!!! Per di più è stato tolto un servizio che funzionava (corse “dirette”)!

Scusatemi, ma ho bisogno di vedere uno studio di fattibilità che mi spieghi il motivo per cui è stato deciso di acquistare degli autobus così grandi (Solaris bipiano Neoplan Skyliner? Non sono forse concepiti per coprire lunghe percorrenze in minor tempo?), per essere usati come servizio metropolitano o peggio ancora come autobus turistici cittadini tipo hop on hop off! Non era forse meglio diversificare la spesa coerentemente al numero degli utenti da trasportare, alle destinazioni da raggiungere, alle strade da percorrere ed alla conformazione del territorio, all’usura dei mezzi, all’incidenza del traffico, dello smog e delle relative ordinanze e divieti comunali?

Magari, queste mie domande sono superflue perché tutto è stato attentamente analizzato. Ecco, io vorrei che qualcuno mi chiarisse proprio questo, quali sono, in termini assoluti, i benefici rispetto ai costi, nel breve e nel lungo periodo ed ora rispetto a prima (siete proprio sicuri che quando riprenderà l’attività scolastica/universitaria non si creerà nuovamente il caos di qualche tempo fa prima dell’istituzione delle corse dirette e diversificate per Sora e Frosinone?).

Mi scuso anticipatamente con quanti utilizzano il Cotral, direzione Roma e viceversa, per tragitti più brevi, ma è come se il Governo decidesse di far pagare più tasse esclusivamente ai meno abbienti con l’illusione, per chi è stato tartassato, di avere tutti più servizi!

In questo momento, visto che sono costretto a prendere il Cotral per andare a lavorare a Roma, avendo pagato anticipatamente un abbonamento annuale e ritrovarmi a subire un servizio che non ho scelto e mi penalizza, non mi è rimasto altro che sognare.. quindi sogno di incontrare alle fermate dell’autobus, i dirigenti del Cotral, i dirigenti della Regione, i sindaci, i sindacati che, obbligati, sono costretti a prendere i nuovi pullman appena acquistati per andare al lavoro in ogni periodo dell’anno, tutti i giorni, con tutte le condizioni atmosferiche, quindi con caldo torrido, freddo, neve, ghiaccio, pioggia, frane, autostrade chiuse per maltempo, piuttosto che per incidente.. tanto comunque il Cotral per la città di Sora ha aumentato il numero delle corse».

COMMENTA

Commenti

Ordina per:   più recenti | più vecchi | più votati
donato

E’ veramente uno scandalo! Le autorità ccosa fanno per derimere la questione?

frasca francesca

le nuove corse hanno sicuramente peggiorato il tratto sora-roma e viceversa per eliminare le corse dirette alla stazione di frosinone

Karin Pallagrosi

assolutamente d’accordo, è scandaloso. Mio marito tra andata e ritorno (lavora presso la zona S.Giovanni a Roma) si deve scolare almeno 6 ore di viaggio, quando tutto fila liscio, il che non capita troppo spesso purtroppo. Gli amministratori non si servono dei mezzi pubblici, a quanto pare, altrimenti capirebbero che un pendolare non scende dal mezzo ed è arrivato, ma se ne deve servire di altri per raggiungere il posto di lavoro.

Simona Mosca
Proprio ieri ho preso da Frosinone per Sora la corsa che proveniva da Roma. Il sito Co.tra.l. indicava come orario di partenza le 19.10. Ero in piazza Pertini abbondantemente prima di quell’orario perché avevo perso la corsa precedente per pochi minuti. Alle 19.01 è arrivato il mezzo, alle 19.03 aveva già lasciato piazza Pertini… e chi arrivava lì qualche minuto prima dell’orario di partenza… doveva aspettare un’ora prima che ne arrivasse un altro… Perché questo? Il rispetto per gli utenti che pagano il servizio dov’è? Inoltre dentro all’autobus c’era l’aria condizionata al massimo: le bocchette non possono essere chiuse. Devi… Leggi tutto »

Perché parlate solo adesso …………

donato

Le nostre richieste non sono state ascoltate, C’è stato anche un incontro in direzione a Roma, niente. Hanno deciso a tavolino.

EmilioCancelli le corsedirette le rendi appetibili solo con materiale moderno , almeno i minuetto (gli swing temo nn abbiano circolabilitá)

Ce l’hanno ce l’hanno…diciamo pure che non ce la fanno in salita…

In alternativa ai bus Sora ha il treno. Peccato che manchino corse dirette, che pure farebbero la gioia di tanti sorani e abitanti dei paesi limitrofi….

…questo è vero…anche perché la fermata Tor Vergata sulla Roma Cassino non mi pare ben collegata alla Università (ben lieto di essere smentito). Per il resto, sul fatto che siamo dimenticati da Roma non ci piove…

Per chi si ferma a Tor Vergata il treno non va bene, quindi siamo comunque in alto mare. Per mezz’ora, un’ora d’esame, è straziante fare quasi 5 ore di pullman! L’altra mattina ho preso la corsa delle 8:20, convinta di arrivare a Roma per la 10:20 massimo, in quanto avevo l’esame alle 11:30 ma meglio stare lì sempre un’oretta prima. Sono arrivata alle 10:45. DUE ORE E VENTICINQUE MINUTI, per una tratta che, fino a qualche mese fa, con la corsa diretta sarebbe stata coperta in poco più di un’ora e trenta. E non era neanche periodo scolastico, figuriamoci.

donato

Fortuna per te che non sei arrivato al capolinea Metro Anagnina

Brava

wpDiscuz
Menu