1’ di lettura

Covid: la scomparsa del Brigadiere Ivano Rea. Commozione a Sora, Arpino e Civitella Roveto

Originario della Città di Cicerone, Rea aveva prestato servizio nel comune abruzzese e attualmente viveva a Sora con la famiglia.

Il giorno 28 Aprile, alle 13:15, è venuto a mancare all’affetto dei suoi cari, presso l’Ospedale F. Spaziani di Frosinone, il Brigadiere Capo dei Carabinieri, Ivano Rea, di 57 anni. I funerali avranno luogo Venerdì 30 Aprile alle ore 10 ad Arpino, sua cittadina natale, nella Chiesa parrocchiale San Michele Arcangelo. Alla moglie, il figlio e tutti i familiari, le condoglianze di Sora24. Anche Rea, putroppo, ha lottato fino all’ultimo contro il , che purtroppo non lo ha risparmiato. Di seguito il ricordo del Vicesindaco di Civitella Roveto, comune presso il quale il compianto Brigadiere arpinate ha prestato servizio prima di rititarsi in pensione a Sora, dove viveva con la famiglia.

«E purtroppo giunge nel tardo pomeriggio anche la notizia di un’altra vittima di questo pauroso Covid. L’Arma dei carabinieri piange la scomparsa del Brigadiere IVANO REA, per tantissimi anni in servizio effettivo presso la nostra Stazione Carabinieri. Nella mattinata, a causa dell’aggravamento del quadro clinico, a seguito di infezione da coronavirus, dopo un periodo di ospedalizzazione, ha lasciato questa terra. Era andato in pensione da circa due anni e attualmente viveva a Sora, insieme alla famiglia. Ricordiamo con affetto e stima una bella persona, che, in tanti anni di servizio, ha saputo onorare la divisa e svolgere al meglio il proprio lavoro. Il cordoglio di una comunità intera e dell’Amministrazione comunale giunga ai familiari, ai quali ci stringiamo con gratitudine. Il suo ricordo resterà vivo nella memoria dell’Arma, degli amici e di tutti di coloro che l’hanno conosciuto».

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Notizie del giorno