Davide Zappacosta: «Alla Roma per ripartire in un grande club»

Ieri a Trigoria la conferenza stampa di presentazione del terzino di Sora.

Si è svolta ieri a Trigoria la conferenza stampa di presentazione dei difensori Davide Zappacosta e Yıldırım Mert Çetin. Il terzino sorano ha dichiarato di sentirsi in forma ma al tempo stesso di non essere ancora al top per quel che concerne il ritmo partita. Ciononostante, il giocatore conta, attraverso l’intensità degli allenamenti diretti da Paulo Fonseca, di tornare al più presto al 100%. «Voglia di ripartire e farlo in un grande club come la Roma», queste le motivazioni che hanno spinto il terzino sorano ad accettare il trasferimento in giallorosso.

Davide Zappacosta arriva anche per liberare la propensione offensiva di Alessandro Florenzi, capitano giallorosso, che a questo punto potrebbe essere utilizzato come esterno alto. I due, oltre a svolgere lo stesso ruolo in campo, hanno lo stesso procuratore, anch’egli ex giocatore della Roma: Settimio Lucci. «Prima di arrivare – ha dichiarato Davide – il mio procuratore per correttezza ha parlato con Alessandro, il quale gli ha dato una risposta davvero bellissima, ovvero che tutti i giocatori che arrivano per migliorare la rosa sono i benvenuti».

POLITICA

Sora: la "conservatrice immaginaria" con il più alto numero di voti pro Repubblica dell'intera provincia

Storia delle elezioni a Sora, cap.1: "Referendum Repubblica vs Monarchia e Assemblea Costituente, 2 Giugno 1946". Tutti i risultati e le considerazioni ...

CRONACA

SORA - Lotta al Covid: sospese tutte le fiere e delle festività di Agosto

Anche la 49ma edizione de La Canicola è stata rinviata all'anno prossimo, nella speranza di tornare alla normalità.

CRONACA

SORA - Centri estivi dal 17 Agosto al 12 Settembre: Le tre opzioni divise per fasce di età

Per ulteriori chiarimenti è possibile contattare l’ufficio dei Servizi Sociali dell’Ente al tel 0776828036.

CRONACA

12 Agosto 1944: 76° anniversario Martiri di Fiesole. Onore ad Alberto La Rocca, Vittorio Marandola e Fulvio Sbarretti

A imperitura memoria dei tre giovani Carabinieri, la Città di Sora ricorda come ogni anno il loro sacrificio.