4 anni fa

De Donatis preoccupato per l’Ospedale di Sora: “Futuro inquietante”

«In merito alla situazione del reparto di pediatria dell’Ospedale Ss.Trinità di Sora condivido le considerazioni dell’ex consigliere regionale Annamaria  Tedeschi e del Segretario locale del Psi, l’amico Gianluca Paesano. Considerazioni giuste sotto l’aspetto tecnico e soprattutto politico, alle quali voglio aggiungere alcune valutazioni rivolte ad un futuro ancora inquietante per il nostro nosocomio, in un momento in cui noi rappresentanti di centrosinistra non abbiamo più alibi, visto che governiamo in Regione. Governo della Regione raggiunto anche grazie ai tremila voti, che questo territorio mi ha accordato nelle scorse elezioni. Consenso che credo sia conseguente alla nostra ferma volontà espressa in campagna elettorale di prendere posizione rispetto ai diritti inalienabili dei cittadini, tra i quali quello alla salute rappresenta  un interesse primario da tutelare ad ogni costo. Ed allora come non essere spaventati da questo sottodimensionamento del reparto di pediatria senza reintegro del personale medico in fase di pensionamento? Come non pensare ad un taglio “strategico” penalizzante per il SS. Trinità nella evidente prospettiva, che lega Pediatria ad altri reparti fondamentali come Ostetricia e Ginecologia?

Perché il fatto sconcertante è proprio questo: SE CHIUDE PEDIATRIA SI CHIUDONO ANCHE OSTETRICIA E GINECOLOGIA. Quando abbiamo criticato fortemente la destinazione dei nuovi 4 medici assunti in deroga al turnover che sono andati a finire 2 a Cassino e 2 a Frosinone e nessuno a Sora era proprio questa la ratio: al posto di essere potenziato, il SS. Trinità viene smantellato. Queste preoccupazioni si aggiungono alle ormai tristemente note carenze strutturali di personale al Pronto Soccorso, all’impossibilità di aprire gli 8 posti letto dell’Osservazione Breve, la necessità di integrare le risorse umane per far partire il servizio della risonanza magnetica con i macchinari fermi da mesi e le tante altre carenze che da tempo ci sottopone il personale medico.

Questi sono problemi seri ed indifferibili che richiedono un intervento del Governatore Zingaretti. Al Commisario ad Acta della sanità regionale Zingaretti mi appello pubblicamente, affinché abolisca le macroaree, redistribuendo alla provincia di Frosinone i posti letto e le risorse sottratteci dallo sciagurato decreto n.80 della Polverini. Solo in questo modo la nuova manager della Asl di Frosinone Dottoressa Mastrobuono potrà redigere un nuovo atto aziendale che preveda per l’Ospedale di Sora le risorse umane e i posti letti, che spettano di diritto ai 120.000 cittadini del territorio afferente al SS.Trinità. Questo è il segnale che aspettiamo, per questo ci siamo candidati e per questo lotteremo».

Roberto De Donatis (Consigliere di Patto Democratico, Progetto Città e PSI)

Commenti

wpDiscuz
Menu