1’ di lettura

CRONACA

Delta Lavori: inaugurata la galleria naturale San Pelino sulla L’Aquila-Montereale

Il tracciato si sviluppa nella sua totalità tra i comuni dell’Aquila e Montereale e prevede la realizzazione, da parte della storica azienda sorana, delle suddette gallerie per lo svincolo di San Pelino e lo svincolo Intermedio e il rifacimento e la manutenzione della sede stradale tra le precedenti tratte e lo svincolo di Cagnano con la realizzazione di annesse opere infrastrutturali, murarie e di consolidamento con tecnologie innovative e performanti.

In fondo al tunnel, la luce: in questo caso martedì 27 luglio oltre alla luce c’è il brindisi ad inaugurare la galleria naturale relativa “all’itinerario Rieti – Amatrice – L’Aquila – Navelli”. Un’opera, che si sviluppa per una lunghezza di circa 110 metri, preceduta da una prima opera infrastrutturale di circa 210 metri, una galleria artificiale a monte del centro abitato di San Pelino.

Il tunnel interessa un tratto della S.S. 260 “Picente” Lotto n°3, da San Pelino a Marano di Montereale (AQ), nelle vicinanze dell’abitato di San Pelino ed è uno dei segmenti fondamentali per snellire il traffico di mezzi leggeri e pesanti e velocizzare il collegamento.

In mattinata a due mesi circa dall’avvio dei lavori l’inaugurazione: l’ultimo diaframma è stato abbattuto alla presenza delle Autorità locali (che hanno espresso il proprio compiacimento in merito al nuovo collegamento, sottolineando il suo ruolo cruciale per la viabilità del tratto), della Committenza di ANAS Gruppo FS Italiane dell’Impresa esecutrice, Delta Lavori S.p.A., e dei subappaltatori.

Il lavoro è parte del progetto generale (per l’importo totale di quasi venti milioni di euro) di opere di adeguamento ed ammodernamento del tratto.

Il tracciato si sviluppa nella sua totalità tra i comuni dell’Aquila e Montereale e prevede la realizzazione da parte della Delta Lavori S.p.A. delle suddette gallerie per lo svincolo di San Pelino e lo svincolo Intermedio e il rifacimento e la manutenzione della sede stradale tra le precedenti tratte e lo svincolo di Cagnano con la realizzazione di annesse opere infrastrutturali, murarie e di consolidamento con tecnologie innovative e performanti.

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti