Discarica abusiva scoperta ad Arpino

I Carabinieri hanno individuato il responsabile.

Ieri pomeriggio, ad Arpino, il personale del locale Comando Stazione Carabinieri, nell’ambito di specifica attività, finalizzata a contrastare le violazioni in materia ambientale, ha individuato e contravvenzionato un cittadino marocchino 39enne, (già gravato da una vicenda penale specifica nonché da una vicenda penale per reato contro la persona) e da tempo residente a Casalvieri, poiché resosi responsabile della violazione di “abbandono di rifiuti non pericolosi”, in una località di proprietà comunale.

Nei giorni scorsi – come riportato nella nota stampa diffusa dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Frosinone – nel corso di un normale servizio perlustrativo nel territorio del comune di Arpino, i militari operanti hanno individuato una sorta di discarica abusiva con oltre un metro cubo di rifiuti gettati in una scarpata. A seguito delle specifiche attività info-investigative, l’uomo è stato individuato quale autore dell’abbandono di rifiuti in argomento.

Gli immediati accertamenti, hanno consentito inoltre di accertare che l’uomo era già stato deferito in tato di libertà – nel 2013 – dal personale del Comando Stazione Carabinieri di Casalvieri “per aver bruciato materiale plastico e di gomma provocando l’emissione di fumi densi e maleodoranti”. Nei suo confronti è stata contestata quindi la violazione di “abbandono di rifiuti non pericolosi” nonché la sanzione amministrativa di euro 600 con l’obbligo dell’immediata bonifica dell’area interessata.

NECROLOGI

Ci ha lasciato Mons. Lorenzo Chiarinelli

Fu Vescovo di Sora Aquino Pontecorvo dal 1983 al 1993.

CRONACA

Sora e dintorni: da 52.500 a 50.000 residenti. Meno 2.500 persone in appena nove anni

Tutti i numeri di una situazione oggettivamente grave e che obbliga a comportarsi con profondo senso di responsabilità e altruismo ...