Disposizioni emergenza COVID-19: raffica di multe dei Carabinieri in provincia di Frosinone

L'ulteriore stressa colpisce le tasche. Meno gente in giro, ma adesso chi insiste paga di tasca sua.

Continuano incessantemente i controlli disposti dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Frosinone tesi al contrasto dell’inosservanza alle disposizioni inerenti all’emergenza nazionale COVID-19. Nell’ambito di tali servizi nella giornata di ieri, i Reparti dipendenti, in tutte le articolazioni operative hanno sanzionato amministrativamente per “mancato rispetto delle misure di contenimento di cui al D.L. 19/2020” alcuni cittadini. Di seguito i dettagli dell’operazione tratti dal comunicato stampa divulgato dallo stesso comando provinciale.

Ad Atina, i militari della locale Stazione hanno sanzionato amministrativamente un 56enne di Villa Latina, il quale controllato in quel centro, riferiva di trovarsi in loco per fare la spesa, nonostante nel suo comune di residenza fossero presenti vari supermercati aperti.

A Piedimonte San Germano, i Carabinieri della locale Stazione hanno controllato un noto bar/tabacchi del luogo, aperto perché abilitato alla vendita di soli tabacchi. Nell’occasione, il titolare è stato sorpreso a cedere ad alcuni clienti prodotti diversi dai tabacchi, in violazione del decreto legge in vigore e pertanto, pertanto è stata disposta l’immediata chiusura precauzionale dell’esercizio commerciale per un periodo di cinque giorni come stabilito dalla normativa vigente. Gli stessi militari inoltre, hanno sanzionato amministrativamente una 46enne di Roccasecca, che è stata trovata nel centro cittadino senza un motivo rientrante in quelli dello stato di necessità;

A Villa Latina, nel pomeriggio di ieri, i Carabinieri della Stazione di Picinisco hanno proceduto alla notifica di un provvedimento di chiusura di un bar del luogo emesso dalla Prefettura di Frosinone, poiché in data 11 marzo 2020, nell’ambito del contenimento dell’epidemia da COVID-19, il titolare era stato denunciato per la violazione dell’inosservanza al provvedimento della Presidenza del Consiglio dei Ministri che vietava la vendita di prodotti oltre le ore 18:00. Nell’occorso erano stati sorpresi, seduti all’esterno del locale, alcuni avventori intenti a consumare bevande, tra l’altro senza rispettare neanche la distanza di sicurezza prevista. Il titolare era stato segnalato all’autorità competente, che accogliendo la richiesta dei Carabinieri ha disposto la chiusura dell’esercizio commerciale per un periodo di giorni quindici. Il provvedimento sarà esecutivo al termine dell’emergenza sanitaria in corso;

A Pico i Carabinieri della locale Stazione hanno applicato le nuove sanzioni nei confronti di un 32enne residente nel napoletano, venditore ambulante di frutta e verdura, sorpreso nel territorio comunale in violazione dell’ordinanza di sospensione del commercio in forma itinerante emessa dal sindaco, in relazione al citato Decreto Legge. Ricorrendone i presupposti, il prevenuto è stato inoltre proposto per l’irrogazione del foglio di via obbligatorio dal comune di Pico per tre anni.

A Ripi, i militari della locale Stazione hanno sanzionato amministrativamente una 58enne ed un uomo 45enne di Torrice i quali, nonostante le misure di contenimento in atto, sono stati sorpresi aggirarsi a piedi per le vie di quel centro senza giustificato motivo. È stato inoltre sanzionato un altro 27enne di Torrice, già gravato da numerosi precedenti penali per stupefacenti, furto ed altro, il quale era già stato sanzionato nei giorni addietro per la medesima violazione;

Ad Anagni, i Carabinieri della locale Stazione, nell’ambito di un predisposto servizio teso a verificare il rispetto delle prescrizioni imposte per arginare il fenomeno epidemico da covid-19, hanno sanzionato amministrativamente una 29enne del posto che, nonostante le prescrizioni imposte con il citato Decreto Legge, è stata sorpresa lontano dalla propria abitazione senza giustificato motivo;

Ad Acuto, i militari della locale Stazione hanno sanzionato amministrativamente tre persone del posto, un 77enne, una 35enne e un 27enne i quali, nonostante le prescrizioni imposte, veniva sorprese senza giustificato motivo fuori dalle rispettive abitazioni.

MESSAGGIO PROMOZIONALE

Promozione valida fino al prossimo 02 Giugno.