1’ di lettura

Edo tifa la Sampdoria e soprattutto è un bambino. Non deludiamolo…

«Confido nell'onestà del genere umano...». L'appello della madre.

«Mio figlio è un grande tifoso della Samp… Quest’anno ha realizzato il suo sogno: stare una settimana a contatto con i suoi campioni, indossando la maglia che gli fa battere il cuore… Alla fine di questa settimana, un dono speciale, il pallone con cui si è allenato tutti i giorni…».

Ha esordito così la mamma di Edoardo, bambino sorano che da piccolissimo si è letterlmente innamorato dei colori blucerchiati.

Ieri pomeriggio, mentre giocava, il bambino ha perso di vista il pallone, che a sua volta è finito in viale San Domenico. Giusto il tempo di aprire il cancello per recuperarlo e poi, praticamente in diretta, l’amara sorpresa: una macchina bianca si è fermata, una signora è scesa, ha recuperato la sfera e se n’è andata portandola con sé.

Il bambino, naturalmente l’ha presa malissimo, ha pianto per quel pallone con i colori speciali della sua squadra! Solo chi è veramente tifoso può capire quanto conti un oggetto del genere per un ragazzino.

«Pregherei – ha concluso la signora – la signora in questione, se legge (o fategĺielo leggere) di far riavere il pallone a mio figlio. Sono sicura che pensava fosse abbandonato. Mi può contattare o, casomai, rilanciarlo dentro al recinto (quello con la siepe alta, esattamente dove lo ha preso). Oppure, chi lo trova, può portarlo al negozio “Culla del Bimbo”, vicino Maurys (Sora). Confido nell’onestà del genere umano».

Local Marketing
MESSAGGIO PROMOZIONALE

Offerte valide dal 24 al 30 Settembre 2020.

CORONAVIRUS – Lattoferrina proteina anti Covid perché stimola l'immunità

Il Professor Massimo Andreoni, direttore dell'Unità malattie infettive al Policlinico di Tor Vergata a Roma, è intervenuto nella trasmissione "L'imprenditore e ...