mercoledì 9 novembre 2016

EMERGENZA SANITA’ – Augusto Vinciguerra: «La ASL di Frosinone rischia di essere accorpata con quella di Latina»

Queste le parole del Dott. Augusto Vinciguerra, presidente dell’Associazione Dipendenti Ospedalieri di Sora e Consigliere Comunale.

«In questi giorni le direttive regionali hanno promosso l’Ospedale di Latina DEA di II livello e viene addirittura messa in dubbio l’autonomia della ASL di Frosinone, che si paventa accorpata all’ASL di Latina.

C’è nelle nostre azioni politiche di rappresentanti del territorio la determinazione di iniziare da subito una stabilizzazione della Sanità, iniziando da una legittimazione dei numeri reali. Numeri che vedono la provincia di Frosinone, le cui professionalità e competenze sono pari a quelle di Latina, in grado di dare risposte puntuali ed esaustive alle richiesta di sanità ospedaliera e territoriale. Ma ciò deve spronarci a chiedere mezzi umani, a chiedere mezzi strutturali, a chiedere mezzi economici per essere alla pari del Polo pontino e non essere a loro subordinati.

Una nuova proposta sanitaria operativa deve partire da noi responsabili della sanità del territorio, che conosciamo i bisogni, le richieste, le emergenze dei cittadini ciociari. Non deve neanche essere considerata l’idea di rinunciare ad un DEA di II livello per la provincia di Frosinone, caratterizzata da un territorio orograficamente variegato, percorsa da strade di grande comunicazione, importanti centri industriali (anche con produzioni a rischio), riconosciuta zona di alto tasso rischio sismico e di patologia neoplastica. Tutte queste realtà ci rendono forti nella pretesa di attenzione da parte della Regione. Una Regione che non può più deludere oltre mezzo milione di persone che devono già subire la disoccupazione e l’emigrazione per lavoro dei propri giovani, in particolare modo dei giovani laureati nelle professioni sanitarie.

Ecco le proposte a cui necessariamente devono seguire delle azioni concrete a breve ed a medio termine.

A brevissimo termine devono essere necessariamente messi in atto provvedimenti che incrementino in modo sostanziale tutto il personale sanitario: dai direttori di Struttura (i vecchi Primari) a tutti gli operatori sanitari. Ciò porterebbe ad un immediato rilancio ed aumento delle prestazioni sanitarie e ad un tanto atteso abbattimento delle liste di attesa. Risulta inoltre urgente l’apertura della Unità Operativa di Neurologia dotata di  Stroke Unit (presso l’Ospedale di Frosinone) per la terapia dell’ICTUS, patologia purtroppo molto frequente sul nostro territorio, con gravi invalidità residue. Essa, nonostante sia prevista nell’Atto Aziendale, non è ancora stata aperta e solo pochi fortunati pazienti vengono trasferiti in strutture romane!

Le azioni a medio termine devono invece prefigurare la ricerca e successiva apertura di linee di attività (Unità Operative) strategiche nel campo dell’emergenza, che possano supportare l’ottima sanità del nostro territorio. Bisogna iniziare a potenziare la struttura del nostro Capoluogo con reparti cruciali quali la Neurochirurgia, la Chirurgia Vascolare e la Radiologia Interventistica. Investire in una Chirurgia Oncologica Ricostruttiva. Ancora possibilità di crescita è l’istituendo Registro delle patologie tumorali, che farebbe fare un vero salto di qualità all’Oncologia della ASL, perché creerebbe il presupposto agli ambulatori territoriali per attuare una vera prevenzione e un vero, nonché mirato, screening per le neoplasie maggiormente presenti.

Chiaramente, le azioni a medio termine sono sicuramente le più corpose, importanti e complesse da realizzare, e devono avere, non solo un consenso provinciale, ma necessariamente essere condivise e sostenute a livello regionale, dove il nostro appoggio non deve mancare e soprattutto deve essere vigile, costante e magari anche un po’ duro e fermo nel controllare e ridurre i tempi di realizzazione.

Dalla messa in atto di tutto ciò ne deriverebbe una Provincia intera vera Casa della Salute per i propri cittadini, piena di alta professionalità, una struttura sanitaria pronta a dare risposte rapide ed esaurienti, ma sopratutto una rete sanitaria completa, dall’emergenza al trattamento ospedaliero e territoriale. Solo così si potrà  fra 3-4 anni ottenere una legittimazione del DEA di II livello costruito su basi solide, su specialità sanitarie complete, dalla presa in gestione della malattia fino al ritorno a casa del nostro concittadino.

Abbiamo una sfida davanti a noi, abbiamo tutto il territorio che ci chiede di spenderci per questa battaglia legittima, che può diventare la frontiera di una rinascita economica, culturale, ma soprattutto sociale. Non possiamo deludere ancora una volta i cittadini/pazienti della nostra Provincia».

Sergio Cippitelli

Commenti

1978/2018: D'Arpino e Pantano festeggiano 40 anni di Passione per la casa! A Febbraio sconti dal 10% al 50%

Devi rinnovare il tuo bagno? Problema risolto! Ecco una soluzione pronta per te, ma attenzione: è valida solo fino alla fine del mese!

E tu che "Tipo" sei??? Be Free o Be Free Plus? Nuova grande iniziativa by Jolly Auto!

Da Jolly Auto, concessionaria FCA del Gruppo Jolly Automobili, parte una fortissima azione di marketing in collaborazione con Leasys.

Superstrada Sora-Cassino, a breve la riapertura tra Sant'Elia e Belmonte
20 ore fa
4

FROSINONE TODAY - Buone notizie per  gli automobilisti che percorrono la superstrada Sora-Cassino. Sabato 24 febbraio pv, dalle ore 9:00, sarà riaperto, in ...

Sora: don Gerardo porta benissimo. Prima vittoria al
2 ore fa

SORA24 - Festeggia finalmente una vittoria, la prima al PalaGlobo “Luca Polsinelli” la BioSì Indexa Sora intascando in quattro set tutta la ...

Ceccano, prima alza la voce poi le mani: cliente picchia commercialista
23 ore fa

FROSINONE TODAY - Botte da orbi questa mattina nello studio di un noto commercialista di Ceccano. La motivazione? Il professionista non aveva ...

Pericoloso ed attaccabriche, arrestato per sicurezza su ordine del Tribunale
23 ore fa

FROSINONE TODAY - Nonostante la condanna che pendeva sulla sua testa, come una 'Spada di Damocle'', ha continuato ad avere un comportamento rissoso, ...

La palpeggia e le infila le mani nelle parti intime. 20enne di Veroli denuncia il datore di lavoro per violenza sessuale
5 ore fa

FROSINONE TODAY - Per lungo tempo, così come avviene per molte donne, aveva sopportato le molestie sessuali del suo datore di lavoro. Lei, ...

La Volvo XC60 è l'auto più sicura del 2017 secondo i test Euro NCAP
3 ore fa

AUTOSHOW24 - La XC60 ha ottenuto un punteggio altissimo, il 98%, nella categoria Occupanti Adulti e nella sua classe di appartenenza, Grandi SUV/...

Inossidabile Fiesta: la piccola di casa Ford diventa grande
2 giorni fa

AUTOSHOW24 - Stavolta ce n'è davvero per tutti, dai drivers basic a quelli più esigenti. La nuova Ford Fiesta si è presentata al ...

E tu che Tipo sei? Be Free o Be Free Plus?
2 giorni fa

AUTOSHOW24 - Jolly Auto, in collaborazione con Leasys, azienda leader europea nel noleggio a lungo termine, ha studiato una strepitosa formula rateale ...

Europrogetto DTT, la Regione Lazio ha candidato Frascati
2 giorni fa

THESTARTUPPER - Realizzare in sette anni un impianto in grado di fornire energia elettrica da fusione nucleare entro il 2050. Si chiama DTT, Divertor Tokamak Test ed e' il progetto europeo a cui la Regione Lazio ha candidato il centro Enea di Frascati.

Meno operai, solo specializzati e trasversali: ecco il futuro del Lavoro
2 giorni fa

THESTARTUPPER - Il futuro del mondo del Lavoro in provincia di Frosinone. L'analisi del Consiglio Generale Cisl riunito a Fiuggi. La radiografia del settore. Le prospettive. Le vertenze aperte. I risultati raggiunti. No ai populismi. Ecco dove stiamo andando.

La Birra dell'anno? Viene prodotta in 5 aziende del Lazio
4 giorni fa

THESTARTUPPER - Cinque birre laziali conquistano la medaglia nella XIII edizione del premio 'Birra dell'Anno' promosso da Unionbirrai. I numeri di un fenomeno industriale in crescita.