6 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 1.226 VOLTE

Enrico Giovannangeli (Giovani del PDL) difende Rea in una lettera ai cittadini sorani

Il Sincaco Tersigni ha scelto, il “nuovo” assessore del comune di Sora è Francesco Ganino, il comportamento del primo cittadino in queste due ultime settimane oggettivamente è stato deludente e non rispettoso sia delle componenti all’interno del partito, sia dei cittadini sorani che con il proprio voto e la propria preferenza avevano indicato chiaramente da chi volevano essere rappresentati in comune. Sì è parlano di squadra e di gruppo ma mai una sola volta ho sentito la parola “Partito”.

Tersigni  non si è reso conto o non gli è interessato, che cacciare dopo soli quattro mesi e in questo modo il primo degli eletti del PDL creerà un problema a tutto il partito, appunto. Da noi è inutile dirlo il voto si fa casa per casa e la domanda che ci si sarebbe dovuta porre è: in che modo da oggi in poi l’assessore Rea e il gruppo che lo ha sostenuto attivamente potrà chiedere nuovamente il voto per chi si è comportato in questo modo? Sì è detto che la goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la candidatura di Rea al consorzio di bonifica, beh, questa non doveva essere in assoluto nessuna goccia. Da una parte abbiamo qualcuno (di sinistra) che presiede l’ente da quindici anni e che si ricandida per altri cinque, e dall’altra parte un giovane assessore del Pdl, ora la scelta su chi appoggiare doveva essere scontata e non divenire oggetto di polemiche e mezzo per cacciare chi legittimamente non è allineato e succube. E chiariamo anche questo punto, la componente di cui fa parte il Sindaco ha fatto un accordo per la Conca di Sora senza coinvolgere nessuno, quindi non è stata “l’Amministrazione” come si è detto e come si è voluto far passare all’esterno, ma come detto, una componente. Quindi, visto che ancora oggi non condivido politicamente questa scelta, non si può chiedere a chi ha all’interno del Pdl altri riferimenti politici di adeguarsi senza un precedente momento di sintesi e senza essere coinvolti.

Durante la campagna elettorale che ha portato la vittoria del centrodestra molti autorevoli politici come il Ministro Meloni, il consigliere regionale Colosimo, il deputato europeo Scurria e il deputato Rampelli sono venuti da noi per sostenere non solo il PDL, ma un gruppo politico di cui Rea era il rappresentante e tutti si erano impegnati successivamente per Sora. Ora che si è voluto escludere questo mondo senza accettare nemmeno un minimo di mediazione, mi troverò costretto a non considerare il comune di Sora un comune amico e chiederò che tutti gli impegni presi per il bene della mia città vadano ad altri, se si vuole governare da soli è giusto anche che le soluzioni ai problemi si trovino da soli.

La città di Sora ha perso una grande opportunità di crescita e di rinnovamento, non ho nulla contro l’ormai Assessore Ganino, che anzi umanamente trovo piacevole persona, né tantomeno con il consigliere Costantini, ma nessuno può venirmi a dire che rappresentino una ventata di novità e  di ricambio generazionale. Rimane di questa vicenda amarezza e delusione, per un partito che non ha avuto la forza di risolvere la situazione venutasi a creare, per l’assenza di un senso di appartenenza al Pdl, uno dei motivi forse per cui si è dimostrato così debole e per tutti quei cittadini che non saranno più rappresentati nel comune di Sora.

Enrico Giovannangeli – Presidente Provinciale Giovane Italia, movimento giovanile del PDL

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu