lunedì 8 ottobre 2012

Enzo Di Stefano: “Basta veleni e recriminazioni. Sora prima di tutto, questo il nostro motto”

Enzo Di Stefano ha risposto al Direttore di Sora24 Sacha Sirolli, che lo aveva chiamato in causa qualche giorno dopo le dimissioni della governatrice del Lazio Renata Polverini, nelle cui liste il politico sorano aveva inizialmente conquistato un seggio al Consiglio Regionale dopo il voto di Marzo 2010. Di seguito il testo della lettera.

Caro Sacha e gentile redazione di Sora24,

Vorrei rispondere all’editoriale da te pubblicato giorni fà, evidenziando quanto delicato sia il momento politico che attraversiamo.
Credo che, soprattutto oggi, sia poco produttivo ragionare su quanto accaduto (anche perchè, essendonci dei procedimenti giudiziari in corso, è necessario non alimentare le polemiche e favorire il sereno lavoro della magistratura).

Naturalmente, in futuro non mancherà occasione di valutare gli eventi che hanno condotto alla caduta dell’amministrazione regionale e di Renata Polverini, che ha deciso di dimettersi pur non essendo oggetto di alcuna indagine. Tuttavia, ritengo più importante sederci a tavolino e ragionare del futuro che attende Sora e tutti noi. E’ inutile negarlo: i prossimi mesi saranno decisivi per il nostro territorio, che oggi più che mai rischia di precipitare in un isolamento che ne aggraverebbe la crisi. A tale proposito, dunque, diventa fondamentale lavorare insieme per annullare questo rischio.

Caro Sacha, sono convinto che in questo momento la cosa più importante sia ‘fare squadra’. Non c’è posto, specialmente oggi, per veleni o recriminazioni sul passato: dobbiamo guardare avanti e farlo con grande impegno, perchè i prossimi appuntamenti saranno decisivi. Come sempre, allora, io non posso fare altro se non dichiarare la mia più assoluta disponibilità a mettere in campo dei progetti condivisi, delle linee d’azione comune che permettano a Sora di parlare con una sola voce e di tornare a ricoprire l’autorevole ruolo che le spetta.

Sora prima di tutto: questo deve essere il nostro motto.

E’ giunto il tempo di mettere da parte ogni divisione e difendere gli interessi di tutti i sorani e dell’intero comprensorio. Per quanto riguarda il mio personale avvenire, non sono preoccupato di eventuali cambiamenti e sono più che mai tranquillo: in questo momento ho l’onore di rappresentare l’Ater e lo sto facendo al massimo delle mie forze, cercando di dare a tutti risposte concrete.

E’ con questo animo, pertanto, che mi dichiaro pronto a discutere, in ogni sede, esclusivamente del bene di Sora.

Enzo Di Stefano.

Commenti

wpDiscuz
Menu