giovedì 20 dicembre 2012

Enzo Di Stefano: “Guai ad abbassare la guardia sul SS.Trinità”

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota stampa a firma di Enzo Di Stefano:

“Nel constatare il grande e spontaneo movimento di protesta popolare contro le minacce di depotenziamento dell’ospedale SS Trinità ho subito pensato che, come al solito, la gente è riuscita a comprendere pienamente il rischio che stiamo correndo. Tuttavia, allo stesso tempo ho anche provato timore: un timore che non riguarda certo i cittadini e la loro grandissima determinazione.

Da troppi protagonisti della vita pubblica e amministrativa, infatti, sento giungere dichiarazioni improntate ad un ottimismo che ritengo, se non proprio esagerato, quantomeno fuori luogo in questo momento. In tal senso, alcuni toni quasi trionfalistici denotano, a mio giudizio, la tendenza a sottovalutare quello che è un problema molto serio. Non dobbiamo abbassare la guardia, soprattutto in questi mesi di grandissima incertezza e a prescindere dalle decisioni ufficiali del commissario Enrico Bondi. Si commetterebbe un errore gravissimo nel pensare  che i problemi siano superati, perché le complicazioni sono sempre dietro l’angolo: se fino ad oggi si è riusciti a preservare il ruolo e le caratteristiche principali dell’ospedale è perché non ci si è mai accontentati e perché il livello di allerta non è mai calato. È questo quello che i cittadini si aspettano: una vigilanza continua e concreta.

L’invito che mi sento di estendere a tutti, dunque, è quello di mantenere gli occhi ben aperti e di non lasciarsi andare a canti di prematura vittoria, perché il nostro ospedale, che non è una struttura qualunque e che necessita di interventi di potenziamento, rimarrà purtroppo per diverso tempo sotto la lente di ingrandimento di coloro che sono abituati a ragionare solo in termini di numeri”.

Commenti

wpDiscuz
Menu