15 luglio 2012 redazione@sora24.it
LETTO 741 VOLTE

Enzo Di Stefano: “Si avvicina la costruzione della nuova caserma della Guardia di Finanza”

Enzo Di Stefano, presidente dell’Ater, annuncia importanti novità in merito alla costruzione, a Sora, della nuova caserma della Guardia di Finanza. “Siamo molto vicini – commenta Di Stefano – a quello che ritengo un traguardo senza precedenti: l’Ater potrà dare il proprio contributo non solo nel campo dell’emergenza abitativa, ma anche in quello dell’edilizia in altri ambiti, come ad esempio quello militare e della sicurezza pubblica: la costruzione della nuova caserma della Guardia di Finanza di Sora è ormai imminente. Di recente, l’Azienda ha potuto annoverare tra le proprie disponibilità un’ampia area a ridosso della stazione ferroviaria cittadina, in via Edoardo La Pietra, prima di competenza delle Ferrovie dello Stato. Proprio nei giorni scorsi, in tal senso, sono stati compiuti importanti passi in avanti, dal momento che è venuta a decadere una precedente prelazione per la realizzazione di un parcheggio per pullman; a questo punto, come da richiesta fatta pervenire dell’Ater alle FFSS, potremo procedere alla dettagliata programmazione dell’intervento edificatorio. Molto presto saremo in grado di presentare il nostro progetto, per dotare la Guardia di Finanza di Sora una nuova sede, pienamente funzionale e degna di una città come Sora. Lo stabile che intendiamo realizzare potrebbe raggiungere una volumetria totale di 500-520 metri quadrati, previa demolizione di alcuni manufatti attualmente in stato di abbandono. È importante sottolineare – prosegue Di Stefano – che la costruzione della caserma avverrà tramite risorse proprie dell’Ater: al termine della realizzazione, l’Azienda chiederà alla Guardia di Finanza la corresponsione di un canone di locazione agevolato e permetterà alla stessa Gdf la possibilità di riscattare il bene e diventarne proprietaria. Questa operazione, di portata storica, dimostra che, anche in tempi di crisi economica, con opportuni accorgimenti ed una seria programmazione di fatti, e non parole, è possibile raggiungere risultati concreti. Secondo le nostre ragionevoli previsioni – conclude il presidente dell’Ater – crediamo sia possibile procedere alla presentazione del progetto definitivo entro fine mese e all’inaugurazione dei lavori entro il prossimo trimestre”.

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu