venerdì 22 marzo 2013

Enzo Petricca e Rosalia Bono: “Il Tribunale di Sora è defunto”

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota stampa emessa da Avv. Enzo Petricca – Consigliere Comunale di Sora e Avv. Rosalia Bono – V. Presidente Ass. SORAINMOVIMENTO.

Dopo la sciagurata decapitazione di circa 1000 Uffici Giudiziari operata dalla riforma delle circoscrizioni introdotta dal D. Lgs, n. 155 e n. 156 del 2012 con cui è stato sancito il piano per la nuova geografia giudiziaria del Paese, ci troviamo ora a fare i conti con la reale chiusura del Tribunale di Sora oramai prossima ed imminente. Un’operazione fatta con il machete quella della soppressione di sedi giudiziarie, tra cui quella del sorano, che servono vaste aree del territorio già mal collegate e fortemente penalizzate dai disservizi della pubblica amministrazione, soppressione operata senza alcuna considerazione per situazioni contingenti che incomprensibilmente non hanno ricevuto la necessaria attenzione.

E, a causa del disordine generato dal piano di riforma, la giustizia è destinata a subire un ulteriore rallentamento, ingenerandosi nell’utente la consapevolezza di non veder riconosciute le giuste rivendicazioni. Pensiamo al fatto che attualmente il personale in forza al Tribunale di Sora, già numericamente insufficiente, sarebbe destinato per la maggior parte a confluire non verso il Tribunale di Cassino, bensì verso la vicina Frosinone; la mancata integrazione di personale con quello già in dotazione all’organico della sezione centrale e l’arrivo da Sora di un copioso contenzioso provocherà di certo una ulteriore paralisi dell’attività giudiziaria in generale.

Dal 1° aprile, inoltre, l’unico dirigente di Cancelleria del Tribunale di Sora andrà in pensione, motivo per cui se non vi sarà una presa di posizione ed un atto di responsabilità da parte di chi ci rappresenta, le Cancellerie non potranno adoperarsi per le previste attività di rito, mentre i processi, sinora pendenti a Sora, già vengono rinviati avanti al Tribunale di Cassino che dovrà disporre per l’assegnazione a nuovi giudici.

Insomma il Tribunale di Sora è ormai defunto. Profondi sono il rammarico e il dispiacere di non aver visto accanto a noi una Classe Politica forte, coesa, appassionata, barricarsi a difesa del territorio. Una Maggioranza Amministrativa ed un Sindaco che ricordano solo ora “a battenti chiusi” ovvero “allo scadere dei tempi supplementari” di andare sui giornali per ricordare che almeno il giudice di pace andrebbe salvato.

Dopo tanti mesi di silenzio da parte dell’Amministrazione non c’è da meravigliarsi se solo tre comuni hanno aderito a questa iniziativa. Non si sono accorti in questi mesi che ci è stata “scippata” una realtà, un’economia, un costume, una tradizione, una forza, una storia? Ora dovremo mettere in conto non solo la durata infinita dei processi ma anche il rischio di una ulteriore confusione che potrebbe costituire un nuovo e grave attacco al sistema giustizia, penalizzando il già difficoltoso funzionamento del tribunale in alcuni casi, bloccando l’attività giudiziaria.

Esprimiamo perciò un forte rammarico per la disinvoltura con la quale tutto è stato fatto passare in secondo piano. Certo è che la mancata approvazione dell’emendamento al DDL STABILITÀ avrebbe prorogato di 2 anni le previste soppressioni dei tribunali, dandoci la possibilità di rivedere e revisionare la riforma giudiziaria con l’insediamento del nuovo governo di centrosinistra.
Ma noi non ci arrendiamo. Perché questa revisione della geografia giudiziaria è INUTILE, CONTROPRODUCENTE ED INCOSTITUZIONALE. Sono molti i ricorsi al TAR presentati e già abbiamo assistito ad un rinvio alla CORTE COSTITUZIONALE.
Da parte nostra, comunque, nell’attesa di idonee iniziative politico-amministrative ringraziamo il Presidente del Consiglio dell’Ordine Forense di Cassino, Avv. Giuseppe Di Mascio, per quanto sta cercando di fare nell’intento di procrastinare il più possibile la chiusura del nostro Tribunale di Sora.

Invitiamo tutti, dunque, a partecipare all’assemblea fissata per la prossima settimana che si terrà nelle aule del medesimo Tribunale. In ogni caso siamo pronti ad avviare qualsiasi iniziativa di protesta civile, finanche ad intraprendere misure eclatanti.

Avv. Enzo Petricca – Consigliere Comunale di Sora
Avv. Rosalia Bono – V.Presidente Ass. SORAINMOVIMENTO

Commenti

wpDiscuz
Menu