55" di lettura

CRONACA

«Eravamo a casa nostra». Il “Grazie” di una mamma al reparto di Pediatria dell’Ospedale di Sora

«Siete stati meravigliosi ed è bello e rassicurante sapere che il buono e le capacità le abbiamo anche a Sora, senza dover oltrepassare troppo spesso "il recinto"».

La mamma di una piccola paziente dell’ospedale di Sora ha voluto esternare in una lettera la propria gratitudine nei confronti della struttura sorana, in particolare della sezione in cui è stata ospite sua figlia. Riportiamo integralmente la sua nota.

«In un momento particolarmente critico per il nostro Paese, dove spesso si sente parlare di malasanità, volevo rivolgere, pubblicamente, un GRAZIE semplice e solare, un grazie di cuore a tutto il reparto di Pediatria dell’ospedale S.S. Trinità di Sora.

Anche se si è trattato di un ricovero non critico della mia bambina, le cure specifiche, ma soprattutto le attenzioni, le disponibilità, la gentilezza unita al sorriso, componenti questi di grande professionalità, ci hanno tranquillizzato e fatto sentire che anche se relegati in una stanza, come COVID giustamente decreta, noi eravamo a “casa nostra”.

Un ringraziamento particolare al Direttore Dottor Luigi Di Ruzza alla Dottoressa Eugenia Camastro, al Dottor Gianluca Garibaldi e alla Dottoressa Simona Lazzari, a tutte le infermiere ed in particolar modo ad Elena… insomma senza dimenticare nessuno estendo il mio grazie a chi ha servito i pasti e a chi ha provveduto a pulire l’ambiente.

Siete stati meravigliosi ed è bello e rassicurante sapere che il buono e le capacità le abbiamo anche a Sora, senza dover oltrepassare troppo spesso “il recinto”. GRAZIE a TUTTI e per TUTTI un abbraccio… seppur virtuale dalla mamma e dalla piccola paziente del letto n 9».