sabato 22 dicembre 2012

EROI DI SEMPRE (di Rodolfo Damiani)

Una cerimonia religiosa, semplice, essenziale, puntuale, austera e commossa nei contenuti e nei modi. Solo il rosso delle pianete, rompeva le tonalità prevalenti, tutte sulla scala di un opaco attento a non distrarre gli occhi, rivolti verso il basso, specchio delle anime comprese nella preghiera. Questa era la prima impressione che colpiva assistendo alla SS. Messa prenatalizia celebrata per le Forze Armate il 21 mattina in Santa Maria Cattedrale di Sora.

Accanto al Comandante del 41°, Colonnello Borgia, il Presidente del Consiglio Comunale di Sora, i Genitori delle Medaglie d’oro Catenaro e Polsinelli, le rappresentanze delle altre Armi e delle Associazioni d’Arma, Uomini del Cordenons e cittadini comuni. Presenti nei loro mantelli alla “Legionaria” croce scudati, i Cavalieri dell’Ordine Costantiniano di San Giorgio, che rappresentavano l’altro motivo del consueto precetto devozionale.

La preghiera del Soldato e l’Omelia di Mons. Di Stefano davano i giusti binari e i giusti rilievi alla missione di vivere per la Patria e di farlo con Cristo, come si addice ad uomini forti nel servire la Patria senza dimenticare i doveri del cristiano. Suggestivi i canti e il commento musicale che hanno dato il tono di commossa nostalgia alla cerimonia nel ricordo degli eroi e dei caduti.

Al termine, il Priorato dell’Ordine Costatiniano di San Giorgio, in riconoscimento delle azioni belliche allo scopo di aiutare le popolazioni martoriate dalle pazzie delle guerre etniche e degli interventi in aiuto e a salvaguardia della vita e dei beni delle popolazioni colpite dagli eccezionali eventi naturali avversi, come nell’emergenza neve, Conferiva la Medaglia d’Oro alla Bandiera del 41° Reggimento Cordenons. Improntati a fierezza e a spirito di servizio, nel solco di una tradizione secolare, i ringraziamenti adeguati ed essenziali, come il comportamento dei suoi magnifici soldati.

Credo che tutti porteranno nel cuore questo momento che fa grande onore al Nostro Reggimento. Tutti a casa con l’AUGURIO di un Santo Natale.

Rodolfo Damiani

Commenti

wpDiscuz
Menu