6 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 708 VOLTE

Successo per il Gran Gala della Lirica “Cantando per Maria” svoltosi a Settefrati

Una piazza gremita ed entusiasta ha accolto il concerto diretto dal Maestro Leonardo Quadrini in una serata evento organizzata dal Comune di Settefrati con il patrocinio e contributo della Presidenza della Giunta Regionale del Lazio, dell’Amministrazione Provinciale di Frosinone e della Banca Popolare del Cassinate.
Sul palco allestito in Piazza Colle nell’ambito dei festeggiamenti in onore della Madonna di Canneto, si sono esibiti l’Orchestra Sinfonica della Repubblica di Udmurtia (ex Unione Sovietica) ed il Coro Lirico del Teatro dell’Opera di Craiova (Romania) che hanno accompagnato, con la direzione a dir poco spumeggiante e briosa dell’eccezionale ed eclettico Maestro Leonardo Quadrini i bravissimi Teresa Colucci (soprano) , Antonio Sarnelli De Silva (baritono)e il tenore Antonio De Palma, più in forma che mai, in un entusiasmante programma che ha proposto melodie dedicate alla Madonna, arie e cori tratti da opere famose e grandi successi della tradizione napoletana.
La serata ha registrato molti momenti di grande emozione (come all’esecuzione dell’inno Nazionale o del celebre Và pensiero). Un’emozione che si è trasformata in autentica commozione quando dal palco si è levato l’Inno alla Madonna di Canneto. Il tradizionale “Evviva Maria” è stato eseguito in un toccante arrangiamento per coro e orchestra appositamente realizzato dal maestro Quadrini: un grande regalo che il direttore ha voluto fare al pubblico settefratese esaudendo così una richiesta avanzata da Antonio Bernardelli, nella sua doppia veste di Vice Sindaco e brillante conduttore della manifestazione.
Viva soddisfazione, con parole di grande apprezzamento per l’impeccabile concerto, è stata espressa dal Sindaco di Settefrati Riccardo Frattaroli, dal Presidente della Banca Popolare del Cassinate Donato Formisano e dal Rettore del Santuario Mariano di Canneto Don Antonio Molle.
In considerazione del grande successo registrato e della notevole affluenza di pubblico, proveniente anche da zone molto distanti da Settefrati, è auspicabile che, in un’ottica di rilancio turistico del territorio e delle sue antichissime tradizioni, anche in futuro possano essere programmate analoghe manifestazioni di grande richiamo e spessore culturale.

Processione notturna 22 agosto

Intanto è stata molto attesa e partecipata la processione notturna che la sera del 22, attraverso ripidi sentieri di montagna, ha riportato a Settefrati, dal Santuario montano di Canneto, la statua della Madonna pellegrina. La Madonna portata a spalla sugli stessi sentieri percorsi al ritorno, ha raggiunto la Valle di Canneto nella mattinata del 18 agosto.
Come tradizione l’arrivo del corteo a Settefrati è stato atteso da migliaia di fedeli e pellegrini richiamati da un culto il cui ricordo si perde nella notte dei tempi.
Come sempre è stata vivissima l’attenzione per gli spettacolari fuochi artificiali che anche quest’anno hanno accompagnato la statua della Madonna Bianca nel tragitto che va dalla bellissima chiesa della Madonna delle Grazie a quella di Santo Stefano che si erge sulla sommità della scalinata che domina Piazza Municipio, al centro del paese. Ancora una volta, all’incirca tra le 21.30 e le 22.30, lo spettacolo pirotecnico ha illuminato a giorno l’intera Valle di Comino. Numerosa la partecipazione delle autorità, con gonfaloni e stendardi ufficiali, in rappresentanza dell’Amm. Provinciale, dei comuni della Stessa Valle di Comino e di tutti quei comuni, che attraverso le compagnie di fedeli che ogni anno affrontano un lungo e faticoso cammino per raggiungere Settefrati e la Valle di Canneto, sono interessati ad un pellegrinaggio tra i più importanti del centro sud Italia.

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu