martedì 23 ottobre 2012 3.343 VISUALIZZAZIONI

Famiglia sterminata da funghi velenosi, Daniela Di Ruscio (cugina di Simonetta): “Hanno chiesto aiuto, ma nessuno interviene per un mal di pancia”

Sulla vicenda dei funghi velenosi che hanno causato la morte di tre persone originarie di Sora e Castelliri a Cascina, nel pisano, emergono particolari inquietanti. Daniela Di Ruscio, cugina di Simonetta, la donna quarantenne deceduta prima dei genitori Lino Di Ruscio e Luisa Trombetta, ha dichiarato al quotidiano La Nazione di Firenze che, il giorno successivo alla cena rivelatasi poi fatale, i suoi familiari “hanno chiesto aiuto, ma nessuno interviene per un mal di pancia”.

La notte successiva al pasto (consumato Mercoledì scorso ndr), difatti, è trascorsa senza problemi. Al mattino seguente, però, i primi problemi: Simonetta, come si apprende dal quotidiano toscano, si è recata al lavoro ma poi è stata costretta a tornare a casa per dolori insopportabili. “Nel primo pomeriggio – continua Daniela – mi hanno telefonato chiedendo aiuto. Sono uscita anche io dal lavoro e li ho raggiunti a casa. Mi hanno riferito di aver chiamato il 118 e di aver ricevuto come risposta che per casi di questo genere non è previsto un intervento diretto, ma che è possibile rivolgersi di persona al Pronto Soccorso. A quel punto abbiamo chiamato il medico di famiglia, che ha detto di precipitarsi in ospedale”.

Daniela ha quindi accompagnato i familiari al Pronto Soccorso di Cinisello, vedendoli entrare “piegati dal dolore”. Nei giorni successivi (Giovedì e Venerdì ndr), la donna ha sentito telefonicamente e rivisto la cugina Simonetta: «Mi ha riferito che subito sono iniziate analisi e terapie, e la notte di giovedì è trascorsa in osservazione al Pronto Soccorso. Il venerdì mattina mio zio Lino, anche per la concomitanza di altre complicazioni, è stato trasferito alla terapia intensiva del Centro trapianti, mentre Simonetta e la madre sono rimaste al Pronto Soccorso». Nel frattempo, sempre secondo La Nazione, è scattata la mobilitazione per la ricerca degli organi necessari a un eventuale trapianto di fegato, carta estrema che i medici si riservano per cercare di salvare gli intossicati.

Sabato mattina, però, la situazione è precipitata. “Alle 10.30 – racconta Daniela Di Ruscio al quotidiano fiorentino – Simonetta mi ha telefonato: con un filo di voce mi ha avvertito che l’avrebbero trasferita con la madre in Rianimazione perché i valori delle analisi erano tutti sballati. Mi sono precipitata in ospedale e sono riuscita a vederla intorno alle 13. Era distrutta: le avevano appena prospettato la possibilità di un trapianto di fegato, soprattutto se i ‘lavaggi del sangue’ e le trasfusioni non avessero prodotto effetti positivi. Era agitata e preoccupatissima per i figli (di 12 e 7 anni, il più grande dei quali ha ingerito i funghi ma si è salvato ndr)».

Il fegato per Simonetta è stato trovato domenica pomeriggio, ma la donna era già spirata da un’ora. Verso l’alba di Lunedì è deceduto il papà Lino; poche ore dopo, infine, se ne è andata la mamma Luisa, mentre i chirughi tentavano di trapiantarle un fegato sano da sostiituire con quello “bruciato” dal veleno. Anche lo zio di Simonetta e fratello di Lino, Alfredo Di Ruscio ha esternato tutto il suo dolore a La Nazione: «Non è venuta nessuna ambulanza, non si è visto nessuno. E’ una vergogna. Si doveva soccorrerli immediatamente». La magistratura ha aperto un fascicolo sulla vicenda e disposto l’autopsia sulle salme della sfortunata famiglia.

Lorenzo Mascolo – Sora24
Foto: La Nazione

POLIAMBULATORIO CE.RI.M. - Estate, vacanze e Sole: la Dott.ssa Alessia Pacifico spiega l'importanza della fotoprotezione

PUBBLIREDAZIONALE - Con i preziosi consigli della Specialista in Dermatologia del Poliambulatorio Ce.Ri.M. di Sora, potremo gestire al meglio l'esposizione della nostra pelle ai raggi solari.

L'Ospedale di Sora (e non solo) ha bisogno di sangue

PUBBLIREDAZIONALE - Sarà possibile donare dal Lunedì al Sabato, dalle ore 8 alle 11.

I più letti oggi
ANTONIO ZINCO
1

ANTONIO ZINCO - Nei giorni scorsi la signorina Paola Bianchi, giovane diversamente abile di Isola del Liri, è rimasta bloccata in casa a causa ...

I più letti della settimana
ALESSANDRO FABRIZI
1

ALESSANDRO FABRIZI - La serenità assoluta in ogni suo sguardo, quasi a voler rassicurare tutti coloro che in queste ore si sentono vuoti, ...

TERREMOTO SORA
2

TERREMOTO SORA - Un terremoto di magnitudo si è verificato questa sera alle 23:48. L'epicentro del terremoto è stato localizzato a 187 km a est di Roma ...

ROCCO JOSEPH CUGINI
3

ROCCO JOSEPH CUGINI - Il giorno 11 Agosto 2018, alle ore 14:00, amorevolmente assistito dai suoi cari, si è spento, presso la propria abitazione, in via G. Carducci , ...

X