Ferrovia Roccasecca-Sora-Avezzano: Loreto Marcelli chiede interventi

Il consigliere regionale sorano «Trovo assurdo che sulla linea siano utilizzate le locomotrici risalenti ai primi anni ’80. E ringrazio in particolare l'avvocato Emilio Cancelli per la preziosa collaborazione sulla vicenda».

Il vice Presidente della Commissione Sanità, politiche sociali, integrazione sociosanitaria, welfare, e il vice Presidente del Consiglio della Regione Lazio, Devid Porrello hanno presentato un’interrogazione a risposta scritta in cui chiedono al Presidente della Regione Lazio on. Nicola Zingaretti e all’assessore Lavori Pubblici e Tutela del Territorio, Mobilità on. Mauro Alessandri di sapere se siano a conoscenza dello stato in cui verte la linea ferroviaria Roccasecca -Sora – Avezzano e per conoscere quali e se, ci siano gli interventi a riguardo.

In particolare, chiedono risposte in merito al rinnovo del materiale rotabile, all’installazione di biglietterie automatiche in tutte le stazioni/fermate della linea, all’adeguamento delle banchine nelle stazioni/fermate della linea ai fini dell’utilizzo del servizio da parte di persone con disabilità o ridotta mobilità e infine all’adeguamento delle stazioni al fine di avere adeguati ripari dalle intemperie nelle stazioni della linea.
Domande la cui risposta è dovuta ai cittadini e ai moltissimi pendolari che usufruiscono della linea ferroviaria che ricordiamo estendesi per 79 km a singolo binario e non essere elettrificata.

“Ci sorprende – spiega il vice Presidente Porrello – che nonostante il Regolamento Europeo 1371/2007 relativo ai diritti e agli obblighi dei passeggeri nel trasporto ferroviario che disciplina, tra l’altro, le norme di qualità del servizio, l’emissione dei biglietti, le regole in materia di protezione delle persone con disabilità e delle persone a mobilità ridotta nel viaggio in treno e l’assistenza alle medesime, tale tratta resti carente di quanto sopra citato”.

Inoltre come aggiunge il consigliere Marcelli: “Tra poco meno di un mese saremo nel 2020 e francamente trovo assurdo che, come si legge nel contratto di servizi Trenitalia 2018 – 2032, sulla linea siano utilizzate le locomotrici risalenti ai primi anni ’80. Questo territorio non può pagare lo scotto di essere dimenticato, in questo caso, la linea ferroviaria Roccasecca -Sora – Avezzano non può essere lasciata a quaranta anni fa, penso alle persone con disabilità, agli studenti, ai lavoratori e ai cittadini che ne usufruiscono. E ringrazio in particolare l’avvocato Emilio Cancelli per la preziosa collaborazione sulla vicenda”.

Clicca qui per seguirci su Google News o clicca qui per seguirci su Telegram e ricevere sul tuo smartphone una notifica per ogni nuova notizia. Clicca qui sotto sul bottone "Mi piace" per seguirci su Facebook:
CORONAVIRUS

Disposizioni emergenza Coronavirus: un'altra quarantina di multe dei Carabinieri di Frosinone e provincia

Alatri, Ceccano, Pofi, Ripi, Castro dei Volsci, Pontecorvo, Anagni, Piglio, Sgurgola, Ferentino: l'elenco dei sanzionati si allunga ancora di più ...

CRONACA

Ci ha lasciato Domenico Ferrari

Si è spento ieri presso la propria abitazione al Carpine.

CORONAVIRUS

ROMA - Emergenza Coronavirus: pendolari accalcati a Termini per rilevamento temperatura

Ecco come si presentava lo scalo capitolino stamane alle sette e un quarto.

CORONAVIRUS

Coronavirus, la situazione a Sora: per il quarto giorno consecutivo zero contagi

I casi restano 34. In arrivo buone notizie anche sul fronte dei guariti.

CORONAVIRUS

Coronavirus: in arrivo al Bambino Gesù un altro paziente da Frosinone

8 bambini ricoverati e 5 mamme sono in condizioni stabili.

CORONAVIRUS

ROMA - Altri ricoverati in meno allo Spallanzani. Il bollettino di oggi

Di seguito il consueto bollettino sull'emergenza Coronavirus divulgato dall'Istituto Nazionale Malattie Infettive situato sulla Portuense. «I pazienti COVID 19 positivi sono ...

CORONAVIRUS

Coronavirus: imprenditore arrestato dalla Finanza per "turbativa d'asta"

L'operazione è scattata dopo una serie di anomalie riscontrate nell’ambito della procedura di una gara, del valore complessivo di oltre 253 ...

CORONAVIRUS

Coronavirus: oggi nel Lazio 163 nuovi positivi, trend in risalita

Proseguono i controlli a tappeto nelle case di cura e le RSA su tutto il territorio con report che vengono ...

CORONAVIRUS

Emergenza Coronavirus: IRIS non abbandona i pazienti oncologici. L'iniziativa

La situazione sanitaria non deve far scivolare in secondo piano tantissimi pazienti affetti da altre patologie, come ad esempio quelli ...

NECROLOGI

Ci ha lasciato Toni Alati

Si è spento a Vaughan, (Ontario, Canada). Aveva 49 anni.

CORONAVIRUS

SORA - Emergenza Coronavirus: stop a prenotazione mascherine. Partita la distribuzione

L'annuncio del Comune. I dispositivi sono stati donati dalla Protezione Civile Regionale.

POLITICA

SORA - Dalla Provincia quattro milioni e mezzo di euro per l'adeguamento sismico del Liceo "Gioberti"

La concessione del finanziamento è stata resa nota dalla Direzione regionale Infrastrutture e Mobilità.

CORONAVIRUS

Emergenza Coronavirus: quadro devastante per l'economia e per l'occupazione. L'analisi dei dati

Settore edile: a Frosinone e provincia sono 380 sono state le imprese che hanno fatto domanda di cassa integrazione per 2300 lavoratori.

CORONAVIRUS

Emergenza Coronavirus: Sora, la "potenza di una comunità inclusiva"

La Domenica delle Palme ha visto collaborare tantissime realtà del territorio, ognuna nel proprio ruolo. Il breve racconto di una ...

CORONAVIRUS

ISOLA DEL LIRI - Emergenza Coronavirus: una lettera dal Comune per tutti i bambini della città

«È un momento difficile per voi bambini, che in questo momento non potete dedicarvi alle vostre attività preferite: niente scuola, niente ...

CORONAVIRUS

Emergenza Coronavirus: i Carabinieri portano colombe e uova pasquali a bambini e anziani

Un piccolo gesto di augurio ed un sorriso da parte dell’Arma nei confronti di soggetti più sensibili e vulnerabili.

CRONACA

SORA - Processione del Tamburo: questa notte accendiamo un cero e illuminiamo la città

L'invito del parroco di S. Restituta, don Mario Santoro, e del priore Luigi Milano.