Fiume Liri: Serena Petricca replica a Maria Paola D’Orazio

Pungente risposta della consigliera all'ex assessora all'Ambiente.

«Sono lontani i giorni in cui il consigliere Maria Paola D’Orazio ha smesso i panni dell’assessore alle Politiche Ambientali ma, il suo insensato attacco, lascia suppore di voler provare a cambiare di nuovo parrocchia pur di varcare l’uscio della maggioranza, come d’altronde è solita fare. Ma che si tratti di un’iniziativa autonoma o commissionata da altri, il vano tentativo di mettere in dubbio la mia professionalità, tra l’altro con affermazioni penalmente perseguibili, e di distorcere completamente le mie dichiarazioni risulta davvero preoccupante: ciò denota il suo totale appiattimento a quest’amministrazione, quando invece il ruolo nell’opposizione le impone controllo e vigilanza, oltre ad essere irrispettoso verso la persona, al di là del confronto politico. Qualunque sia la verità, avendo lei stessa posto l’attenzione sui passati incarichi, sorge spontaneo chiedere alla D’Orazio cosa abbia fatto di concreto per monitorare il nostro fiume quando era assessore in carica.

Ad ogni modo, non volendo, ha invece ribadito quanto già da me chiesto: rendere pubblico l’esito completo delle analisi che, “sfugge” alla D’orazio, il primo cittadino conosce da oltre un mese, ammettendo la cosa anche agli organi di stampa. Nessun allarmismo dunque, solo una richiesta di trasparenza e considerazione per i cittadini che hanno il diritto ad essere informati.

Il consigliere ha aggiunto infine che “la problematica dell’inquinamento del fiume Liri si propone periodicamente”, giustamente, come io stessa ho asserito. Ma non mi spiego come, viste queste premesse, un ex addetto ai lavori possa ritenere irragionevole la mia richiesta a De Donatis di mobilitarsi affinché vengano impiegati i depuratori, le telecamere termiche – attualmente una realtà in uso alle Forze Armate per scovare scarichi abusivi – e analisi mirate a individuare i siti oggetto di questa deplorevole pratica, per l’installazione di foto trappole. Confusione sui ruoli dunque? Rimando al mittente quest’accusa, ricordando alla dottoressa che il sindaco è il garante assoluto della Salute e dell’incolumità dei cittadini, se non lo sa già. Lui e nessun altro». È quanto dichiara la consigliera comunale Avv. Serena Petricca.

SCUOLA RENZO PIANO » Demolizione ex mattatoio
EXTRA

FROSINONE - Nelle ore notturne dei giorni festivi si brucia di tutto

Aria irrespirabile, gola irritata, puzza di bruciato, polveri sottili alle stelle. L'allarme lanciato dalla Task force "Allerta Valle del Sacco".

EXTRA

La Polizia di Frosinone e Sora arresta truffatore seriale

Aveva ottenuto un finanziamento da 60 mila euro acqusitare per un'auto di lusso spacciandosi per un medico. Pochi giorni dopo, aveva rivenduto il veicolo.

EXTRA

FROSINONE - Evasione fiscale record, l'operazione della Guardia di Finanza

13 persone denunciate per associazione per delinquere, bancarotta, riciclaggio ed omessa presentazione della dichiarazione dei redditi.

EXTRA

Piroscafo Oria: i morti che non ricorda mai nessuno

Fu uno dei peggiori disastri navali della storia. Morirono 4.116 soldati italiani. Ecco le foto dei militari originari della provincia di Frosinone (si tratta solo di ...

EXTRA

Nuovo centro distribuzione Amazon a Colleferro: 500 posti di lavoro a tempo indeterminato. Ecco come candidarsi

Sono già aperte le posizioni manageriali, tecniche e per le funzioni di support. Le selezioni per operatori di magazzino saranno aperte in estate.