Forza del Sud in relazione alla riunione dell’Assemblea dei Sindaci

In relazione alla riunione dell’Assemblea dei Sindaci del 18 u.s. per determinare la tariffa idrica non posso non evidenziare l’assenza del Sindaco.
Contesto dunque oggi a Tersigni di non aver svolto, in tale circostanza, il ruolo di primo cittadino (e per fortuna si è dimesso d’assessore provinciale per meglio dedicarsi alle problematiche della Città !), avrebbe dovuto recarsi a quella riunione e dire con coraggio quali sono le sue idee e assumere, democraticamente, una propria posizione.
Continuare a ribadire che “il problema dell’acqua non deve avere un colore politico” è da insensati e forse anche da irresponsabili se si crede invece alle istituzioni,pertanto; desidero in questo particolare momento non entrare sulle questioni tecniche inerenti alla determinazione della tariffa in quanto la materia è complessa e direi anche molto ingarbugliata, così, come preferisco non mettere in rilievo le tante inadempienze del gestore per i ripetuti disagi che, purtroppo, sono vittime numerosissime famiglie.
Desidero, invece, sottolineare il problema politico creatosi su questa vicenda particolarmente nel PDL visto le diverse assenze dei sindaci di riferimento all’asse Abbruzzese- Pallone, bisogna tranquillamente prendere atto che il Presidente Iannarilli ha voluto concentrare la sua attività amministrativa quasi esclusivamente sul caso Acea tralasciando anche altre questioni di notevole peso per l’economia generale,ragion per cui; in tutto ciò credo che gli attuali amministratori provinciali del PDL non possono non tener conto di aver vinto l’elezioni puntando molto sull’inefficienza del servizio idrico territoriale e di averne assecondato le iniziali battaglie del Iannarilli stesso per mandare via Scalia e compagni.
In tutto questo, emerge che il Presidente è rimasto isolato e come se il suo partito e suoi dirigenti non lo seguissero più per vincere questa gara con l’Acea e le assenze di un preciso gruppo interno del PDL, di cui fa parte anche il nostro Sindaco, non esprimendo una propria opinione e peggio ancora una propria proposta a oggi, non riesco a comprendere quali possono essere le loro motivazioni per tale atteggiamento.
Nella serata avremmo le risposte e mi auguro che Iannarilli da queste risposte ne faccia tesoro per la sua azione politica futura, particolarmente se viene bocciata la propria proposta e ancor peggio se viene deliberata quella del centro sinistra promossa dal PSI ma, se dovesse arrivare il Commissario chi perderà, oltre lui e il PDL, sarà tutta la politica provinciale di destra e di sinistra.
Infine, spero che la Città di Sora sia presente e che prenda ufficialmente una propria e autonoma posizione al fine di tutelare esclusivamente i propri interessi e quelle dei propri cittadini e che la proposta del Presidente Provinciale venga sostenuta fortemente da tutto il PDL altrimenti lo stesso partito e l’intero centro destra corre il serio rischio di “affogarsi politicamente”proprio sul problema dell’acqua.

Massimiliano Bruni

SPONSOR

Vi aspettiamo presso la sede del Gruppo Jolly Automobili, S.S. dei Monti Lepini km 6,600, a pochi metri dal casello autostradale di Frosinone.

SPONSOR

Maxi sconti su tantissimi prodotti selezionati per te. Promozione valida fino al 17 Novembre.