57" di lettura

CRONACA

Fosse Ardeatine: la commemorazione dell vittime sorane, Domenico Iaforte e Raffaele Milano

Nell'occasione, il Presidente del Consiglio Comunale, Francesco Facchini, ha rivolto il proprio pensiero alla popolazione ucraina, «che sta combattendo per la difesa della propria Patria».

Si è svolta ieri pomeriggio, in Piazza Iaforte-Milano, la commemorazione dell’efferato eccidio delle Fosse Ardeatine compiuto dai nazisti il 24 Marzo 1944 a Roma. Tra le vittime, anche due sorani. Questo il discorso del Presidente del Consiglio Comunale, Francesco Facchini.

«Buon pomeriggio a tutti, porto il saluto del Sindaco e di tutta l’Amministrazione comunale. Ringrazio per l’invito l’Associazione Anpi – Sezione Intercomunale di Sora – Isola del Liri – Arpino – Castelliri – Valle di Comino, le Istituzioni civili e religiose presenti e tutti voi concittadini.

Il 24 marzo del 1944 è stata una giornata straziante per l’Italia intera e per Sora. Ai sorani Domenico Iaforte e Raffaele Milano, vittime di questa ricorrenza così dolorosa, va il pensiero di tutta la città di Sora. Ricordiamo il sacrificio di coloro che con coraggio hanno pagato con la loro vita il loro essere italiani. E’ nostro compito non dimenticarlo mai. Spirito di sacrificio che stiamo rivendendo in queste settimane nella popolazione ucraina che sta combattendo per la difesa della propria Patria. Con la speranza che tutto possa terminare il prima possibile. Grazie a tutti».