3 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 698 VOLTE

Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale Sora: “Parliamo di politica e non di poltrone”

Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale ha convocato un meeting che si è tenuto il giorno 5 settembre a cui sono state invitate a partecipare tutte le componenti di centro-destra per dar vita ad un accordo programmatico e di cooperazione in grado di restituire alla nostra Città la possibilità di guardare lontano. L’obiettivo del meeting era quello di dar vita ad una attività preliminare di verifica della sussistenza di punti di convergenza tra le forze politiche più prossime alle posizioni del movimento. L’invito è stato colto positivamente da Forza Italia che nella persona di Giacomo Iula insieme con il coordinatore e vice coordinatore hanno dato la loro disponibilità ad iniziare un percorso programmatico per il rilancio della città. L’invito è stato colto anche dal Nuovo Centro Destra nella persona di Celso Costantini, il quale ha ascoltato in maniera attenta le proposte fatte e si è reso portavoce nei confronti degli altri componenti dell’Ncd.

Non poteva mancare come argomento la crisi amministrativa della nostra città che vede i componenti di maggioranza di Forza Italia ed Ncd formare all’interno di essa un’altra minoranza. (in questo momento fatto più unico che raro nel mondo ci sono in assise due opposizioni, di destra e sinistra, sconcertante!). È di queste ultime ore da parte del Sindaco prodigarsi per una campagna di persuasione nei confronti di due consiglieri dell’allora maggioranza da oltre un anno passati all’opposizione. Si vocifera che il Sindaco debba cedergli due assessorati esterni per garantirsi il proseguo della legislatura. Noi su questo tipo di operato siamo allibiti e attoniti perché è evidente che si ritorna al peggio della prima e seconda repubblica in cui viene stravolta la volontà di espressione di voto del cittadino, sia la dignità e l’etica che contraddistingue i consiglieri ed il sindaco anche nel loro ambito professionale.

Logica vuole che se l’azione politica dei componenti della maggioranza è svolta in questa determinata maniera anche successivamente il risolversi della crisi, è chiaro che sarà difficile redigere una programmazione con uomini e donne che svendono i propri principi per una sgangherata poltrona. Infine Fdi – An ribadisce che questa cooperazione deve attuarsi nel rispetto delle pari dignità e fortemente conferma che non è interessata ad oggi, a logiche spartitorie ma guarda a tutti gli uomini e le donne che, anche se ideologicamente lontane, vogliano perseguire il bene comune condividendo lo stesso amore incondizionato per la nostra città. Ripetiamo: “Ora più che mai… più che di ideologie, Sora ha bisogno di buone idee e di persone in grado di realizzarle”.

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu