1’ di lettura

Furto al supermercato: i Carabinieri arrestano due ragazze rom di 21 e 24 anni

Le due giovani sono ai domiciliari in attesa del rito direttissimo.

Nella serata di ieri, a Cassino, i militari della locale Sezione Radiomobile della Compagnia, unitamente a quelli della Stazione capoluogo, traevano in arresto nella flagranza di reato due donne, tra cui una di etnia rom, rispettivamente una 24enne di Piedimonte San Germano (già censita per furto, ricettazione e stupefacenti) ed una 21enne di Mondragone (CE), perché responsabili di “rapina in concorso”.

Le due ragazze – come si apprende dal comunicato divulgato dal Comando Provinciale di Frosinone – dopo aver prelevato della merce in esposizione in un noto supermercato della Città Martire, hanno superato le casse senza pagare il dovuto accingendosi a lasciare il negozio.

A questo punto sono state raggiunte dalla responsabile del punto vendita che ha contestato loro l’ammanco, ma queste  l’aggredivano con pugni e schiaffi, nell’intento di guadagnare la fuga e sottrarsi al controllo. I Carabinieri, intervenuti immediatamente sul posto, hanno bloccato le due donne che stavano per guadagnare la fuga con tutta la refurtiva contenuta in una borsa, consistente in detersivi, lenzuola ed un candelabro, del valore complessivo di circa 200 euro, che veniva poi restituita alla responsabile dell’esercizio commerciale.

Quest’ultima, inoltre, per le lesioni riportate era costretta a ricorrere alle cure dei sanitari dell’Ospedale civile di Cassino riportando una prognosi di 5 giorni. Al termine delle formalità di rito, le due giovani sono state tratte in arresto e ristrette in regime di arresti domiciliari presso l’abitazione della 24enne, in attesa del rito direttissimo.

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti