domenica 20 maggio 2012

Furto di rame al cimitero. La scorsa notte ignoti hanno spogliato diverse cappelle. (La Provincia)

Dal quotidiano “La Provincia” del 20/05/2012 articolo a firma di Roberta Pugliesi: “Furto di grondaie e discendenti in rame al cimitero di Sora. I ladri sarebbero entrati nella notte tra venerdì e sabato passando attraverso il cancello posto su via Cocorbito, dove sorge la nuova ala del camposanto. I malviventi, approfittando del buio e dello scarso flusso viario nella zona di Sant’ Antonio Forletta, si sono portati via qualche decina di tubi del prezioso metallo ( anche se sono in corso ulteriori verifiche), prelevandolo pure da alcune cappelle private, di recente costruzione, per un danno totale che ammonterebbe ad alcune migliaia di euro di materiale. Il furto, notato dal personale del cimitero che ieri mattina ha aperto i cancelli, è stato denunciato dal Comune ai Carabinieri di Sora che ora indagano sull’episodio e che ieri mattina hanno effettuato un sopralluogo nell’area. Si sta cercando di risalire ai ladri anche attraverso l’eventuale presenza di telecamere nella zona del camposanto, che magari hanno inquadrato persone e mezzi. Non è la prima volta, purtroppo, che accade. Una alla volta i cimiteri della zona sono stati spogliati, come è capitato in passato ad Isola Liri, ad Arpino, nei paesi della Valcomino. Non si esclude che ad agire possa essere stata una banda organizzata che ruba rame su commissione per poi rivenderlo nel mercato clandestino dove, a quanto pare, sarebbe molto richiesto e anche ben pagato. Non a caso è definito l’oro rosso. Il furto al cimitero lascia comunque con l’amaro in bocca proprio per la sacralità del luogo e per ciò che rappresenta. Una sacralità che, invece, è stata violata da gente senza scrupoli”.

Commenti

wpDiscuz
Menu