5 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 668 VOLTE

Giorgio Lucarelli ci scrive da Dawson City, nel Klondike

Eccomi, purtroppo non ho avuto connessione. Mi trovo a Dawson City, nel Klondike. Questa e’ la citta’ dei cercatori d’oro, da quando nel 1897 venne trovata la prima pepita d’oro. Ho lasciato la strada Alaska Highway a Whitehorse per dirigermi sulla strada Klondike Highway, lunga circa 530 km. Riprendero’ l’Alaska Highway a Tok in Alaska. Il percorso continua ad essere sempre molto impegnativo, da cinque giorni piove e questo sicuramente non agevola la mia prestazione. Il vento contrario continua a soffiare contro, e’ diventato un vero flagello. Spero davvero che si calmi perche’ ho muscoli e tendini al limite. Ho dovuto modificare il mio programma iniziale. Non andro’ piu’ a Inuvik, attraverso la strada Dempster Highway perche’ non ci sono le condizioni per pedalare in tutta sicurezza, in quanto le informazioni che mi hanno dato, danno sul percorso sterrato una discreta quantita’ di orsi grizzly presenti. Proprio ieri sera due motociclisti americani di ritorno da Inuvik mi hanno detto che la strada a causa della pioggia che cade da cinque giorni e’ un disastro. Io non posso avventurarmi, sarei uno stupido, la sicurezza prima di tutto. Comunque l’avventura proseguira’ in Alaska, domani mattina presto partiro’ da Dawson City per la strada sterrata Top Of The World, dicono di una strada meragliosa anche se impegnativa. Passero’ il confine ed entrero’ in Alaska. Prima di arrivare a Fairbanks dove aspettero’ l’arrivo di Grazia il 3 agosto dall’ Italia per proseguire insieme fino ad Anchorage, andro’ a Valdez nel sud dell’Alaska attraverso la strada Richardson Highway. In Alaska pedalero’ per circa 2500 km, avendone gia’ percorsi 3260 km. I paesaggi e i panorami nonostante la fatica continuano ad essere una vera eccellenza. La mattina presto mentre pedalo la foresta mi regala dei profumi inebrianti, una grazia per l’olfatto. Continuo a vedere animali, l’altro ieri ho vista altri due orsi grizzly , cinque orsi neri ed un lupo. Durante il viaggio ho avuto modo di conoscere il capo delegazione della nazionale italiana femminile di soft ball a Whitehorse, sono nella capitale dello Yukon per i mondiali. Ho anche conosciuto un simpatico ticinese sposato nello Yukon che parla benissimo l’italiano.

A presto Giorgio

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu