3 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 6.198 VOLTE

Giuda è nato a Sora, ma ogni tanto anche Abele ci passa

«A Sora è nato Giuda»: quante volte abbiamo sentito questa frase? Le sue origini non si conoscono, leggende metropolitane raccontano che sia stata pronunciata la prima volta dopo il tradimento di un concittadino che di fatto consegnò la città ai Romani. Tuttavia, indipendentemente dall’origine della frase, noi sorani non possiamo purtroppo negare la nostra propensione al tradimento nei confronti di Sora.

Forse lo facciamo perché non riceviamo mai la giusta gratificazione (secondo i nostri parametri di giudizi) dai nostri concittadini, oppure semplicemente per invidia: sta di fatto, come diceva un amico ieri in tribuna al “tempio”, che «noi sorani non sappiamo stare insieme per fare cose buone».

Sarà, ma a giudicare da queste immagini non sembra così. Guardate bene le foto: non sono stranieri o alieni, sono sorani impegnati a restituire dignità al luogo che forse amiamo di più, la Madonna delle Grazie. Più precisamente: sono persone di questa città che collaborando hanno raggiunto un risultato. Che dire: Giuda sarà anche nato a Sora, ma ogni tanto anche il mansueto, saggio e disponibile Abele passa dalle nostre parti.

Queste foto le dedichiamo all’intero consiglio comunale ed alla giunta di Sora, che alla luce dei recenti fatti politici, pieni di veleno e colpi bassi, forse, anzi sicuramente hanno bisogno di ritrovare la strada giusta in vista delle elezioni. Buona settimana.

001 002 003 004 005 006 007 008 009 010 011 012

Lorenzo Mascolo – Sora24

 

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu