1 anno fa

Globo Bpf: confermato Marco Lucarelli, giovanissimo schiacciatore sorano classe ’96

La Globo Banca Popolare del Frusinate Sora tinteggia di verde il proprio roster confermando il giovanissimo schiacciatore Marco Lucarelli.

L’atleta classe ’96 è il cuore pulsante del petto bianconero, l’unico sorano doc in prima squadra e che rappresenta la materializzazione del sogno di tanti ragazzi. Dalle giovanili alla SuperLega, restando nella propria città d’origine e conquistando di anno in anno la fiducia di tecnici e dirigenti, Marco è diventato uno dei giocatori più amati tra i più piccoli e nelle scuole dove ha assolto anche l’altro compito che l’Argos Volley affida ai suoi professionisti, diffondere la cultura dello sport. Terzo anno dunque, per Lucarelli sulla panchina della prima squadra volsca: nemmeno 20 anni di età, 190 centimetri di altezza e tanta determinazione e umiltà per il “virgulto” sorano che a ogni chiamata ha risposto “presente” nelle passate stagioni e che oggi vuole ripetersi e continuare a crescere nella squadra di casa sua.

“Bello de nonna” – così lo chiamano tutti – è pronto a seguire le direttive di coach Bagnoli, mentre la sua famiglia è pronta a seguirlo in giro per l’Italia nelle lunghe trasferte che attendono la rosa. Nonna Giancarla infatti, salita agli onori della cronaca “sportiva e non” per la sua lasagna divenuta famosa persino in quel di Vibo Valentia cucinata e offerta in occasione della trasferta di gara 5 dei play off Promozione, sta già confezionando nuove bandiere per la prima stagione di Sora e Marco in SuperLega:

“Bello de Nonna, la mia fantastica nonna Giancarla mi chiama così da che io ne abbia memoria; non è legato a un evento particolare ma solo all’amore enorme che nutriamo l’uno verso l’altra. Nonna è da sempre la mia tifosa numero uno, quella che non è mai mancata alle trasferte, nemmeno durante gli anni delle giovanili. Durante quest’ultima stagione è venuta al seguito della squadra ovunque, da Milano a Vibo Valentia e l’anno prossimo giura che le sue lasagne continueranno a fare furore in lungo e largo per l’Italia! E’ lei il personaggio di casa Lucarelli!

Queste le prime parole dell’atleta dal cuore tenero che subito però esprime tutta la sua felicità, gratitudine e il proprio senso del dovere.

“Sono estremamente contento e orgoglioso per la fiducia che l’Argos Volley ripone in me e nelle mie capacità – prosegue emozionato il più giovane tra i riconfermati. Nonostante la mia poca esperienza voglio ricambiare come ho sempre cercato di fare, con tutto l’impegno e il sacrificio mostrato anche negli anni passati. Ho ancora tanto da imparare e solo con il lavoro in palestra e sul campo so di poter dire grazie a chi crede in me. Sarà un anno molto intenso durante il quale con il giusto lavoro spero di migliorare molto in modo da dare il mio migliore contributo ai miei compagni in allenamento e in ogni momento in cui il coach lo riterrà opportuno. Gli impegni saranno notevoli e ognuno sarà chiamato a dare tutto se stesso affinché tutto vada come deve”.

Marco, nato e cresciuto pallavolisticamente a Sora, ha avuto Colucci come allenatore prima nelle giovanili e poi come vice in prima squadra conquistando con lui il traguardo della SuperLega.

“Conosco bene mister Colucci e a lui devo moltissimo sia sul piano professionale che umano. Come allenatore mi ha formato, forgiato e fatto crescere in questi cinque anni di lavoro fianco a fianco; è una persona straordinaria, uno che ci mette il cuore in tutto ciò che fa, che mette tutta la passione di cui è capace nella sua professione e, umanamente anche, so di poter contare sempre su di lui. E’ il mio punto di riferimento e non posso che ringraziarlo, sia a parole che con i fatti sul campo, per aver sempre creduto in me”.

Ti senti pronto ad affrontare le responsabilità di una competizione tutta nuova e campioni di livello mondiale?

“Sicuramente per me è una grossa opportunità quella di far parte di una squadra di SuperLega; cercherò in tutti i modi di essere all’altezza delle responsabilità. Lavorerò sodo anche per riuscire a integrarmi con i giocatori che verranno e per apprendere da loro il più possibile”.

Qual è il momento della passata stagione che ricordi con più piacere?

“Ce ne sono moltissimi, ma forse quello che non dimenticherò mai è quello vissuto nell’ultima partita a Vibo, la voglia di vincere a tutti i costi da parte dei giocatori in campo, di chi era in panchina, e di tutto il pubblico sugli spalti. E poi la vittoria, la promozione, le lacrime di gioia, l’urlo di chi ce l’aveva fatta, quell’entusiasmo travolgente che sicuramente ci animerà anche in questo nostro esordio in massima serie. E se potrò vivere un’altra magnifica esperienza di pallavolo e di vita devo ringraziare tutti coloro che mi hanno dato l’opportunità di arrivare fino a qui e ora di andare ancora oltre, il Presidente Enrico Vicini, i Patron Giannetti e il General Manager Adi Lami”.

Lucarelli-santucci-Rosso Nonna Giancarla lasagna Nonna Giancarla Nonni Lucarelli a Vibo

Commenti

wpDiscuz
Menu