50" di lettura

Ho sempre sperato di far nascere mio figlio a Sora… (di Ilaria Cippitelli)

Ricevo e pubblico, dopo aver versato qualche lacrima (non lo nascondo), questo messaggio di una ragazza sorana. La frase sottolineata in grassetto non ha bisogno di spiegazioni. La leggano attentamente e più volte i politici, per capire quanto sono grandi le donne di questa città.

Ciao Lorenzo, sono una ragazza Sorana come te. Ho letto su Sora24 il tuo articolo su Sora “castrata” di tanti servizi. Ebbene, se non ti è ancora giunta voce, l’ostetricia di sora chiuderà! Io sono una farmacista, nonché figlia di un’ostetrica di Sora. Non puoi capire come mi sento: ho sempre sperato di far nascere mio figlio a Sora, dove la nonna ne ha fatti nascere a migliaia.

Perché il nostro reparto, FUNZIONALE al massimo (quasi 800 parti l’anno), deve essere accorpato a Cassino? Perché nessuno fa niente? Io sono stata a Bologna 10 anni e una cosa del genere li avrebbe fatto arrabbiare tutti. Perché qui continuiamo a fare compere di Natale come niente fosse? Ti scrivo con la speranza che mi aiuti a fare un po’ di rumore.

Ilaria Cippitelli

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
MESSAGGIO PROMOZIONALE

Promozione valida fino al 28 Ottobre 2020.

SORA CALCIO

Una nuova stagione è appena cominciata, una squadra ambiziosa è pronta a regalarci grandi soddisfazioni, una società seria e appassionata merita tutto l'appoggio necessario.

NECROLOGI

Ci ha lasciato Ennio Caravella

Si è spento a Sora presso l'ospedale SS. Trinità.

NECROLOGI

È venuta a mancare Iolanda Barattieri

Si è spenta presso la propria abitazione in via Giuseppe Ferri.