5 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 294 VOLTE

I consiglieri Petricca, Baratta e Ascione sulle dimissioni di Annarelli: “maggioranza arrogante ed irrispettosa del lavoro altrui”

“Speravamo che, almeno una volta, la Giunta Tersigni si sarebbe dimostrata in grado di fare le cose per bene. A quanto risulta dai fatti, tuttavia, sembra che da quelle parti non si riesca neppure a coordinare i movimenti della mano destra con la sinistra. Stavolta, infatti, ai proclami dell’Assessore all’ambiente D’ Orazio in merito alla conclusione di accordi e protocolli per una svolta nella raccolta differenziata, si contrappongono in maniera stridente le dimissioni del Presidente di Ambiente Spa, Grazio Annarelli. Esprimiamo sincero rammarico, a questo proposito, per non poter più contare su quello che riteniamo essere un valido elemento, che senza dubbio avrebbe potuto rappresentare un valore aggiunto per il rilancio della società comunale.

Non conosciamo le ragioni ufficiali della decisione presa dal Geom. Annarelli ma, per quanto a nostra conoscenza, le cause vanno ricercate ancora una volta nella costante arroganza e mancanza di rispetto del lavoro altrui che caratterizza da sempre l’operato di questa amministrazione. La stessa, farebbe meglio a fare un bagno di umiltà e prestare più attenzione a quello che accade al proprio interno poiché, se come si dice si vuole puntare alto, bisogna avere le capacità di raggiungere l’obiettivo. In caso contrario, il rischio che si corre è quello di cadere a terra e, così, fare del male a tutta la cittadinanza. È arrivato il momento di cancellare la politica del gambero: ad ogni passo che si fa in avanti non possono corrisponderne tre indietro! Siamo seriamente preoccupati per le sorti della società Ambiente, specie in un momento in cui l’amministrazione guidata dal sindaco Tersigni non ha fornito alcuna strategia in prossimità del sopraggiungere della scadenza di dicembre, prevista dalla legge per realizzare un accordo con le città limitrofe per la raccolta e la gestione dei rifiuti. Rimaniamo in speranzosa attesa, dunque, che i soliti proclami non restino tali, come quelli a cui sino ad oggi abbiamo assistito, ma possano mutarsi in concrete realtà”.

I Consiglieri Comunali Enzo Petricca, Fausto Baratta e Massimo Ascione

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu