4 dicembre 2013 redazione@sora24.it
LETTO 255 VOLTE

I Giovani Socialisti plaudono l’iniziativa dell’opposizione per la trasformazione del Serapide in Campus Scolastico

Dopo l’ultimo consiglio comunale, che si è svolto ieri a Sora, la città dovrebbe iniziare a riflettere sullo stato della cosa pubblica e di come questa amministrazione, a tre anni di distanza dalla sua elezione, non abbia saputo programmare una politica lungimirante per l’intero territorio. Quanto accaduto all’interno della discussione dell’assise civica desta grande preoccupazione per l’assetto democratico stesso del vivere politico di una città. Questa amministrazione, ormai ristretta ad un piccolo gruppo di notabili, cerca con i suoi modi arroganti e spavaldi di non ascoltare le istanze dei cittadini, che quotidianamente vivono diverse difficoltà. La cosa che più rende inaccettabile il loro modo di governare è la completa sottrazione al confronto dialettico, che spesso si consuma a colpi di digressioni dialettali e poco consone al luogo che si rappresenta.

Bene la proposta arrivata dall’opposizione e nello specifico dal nostro consigliere comunale Roberto De Donatis e dal consigliere Enzo Petricca. L’istituzione o la rimodulazione della struttura del centro Serapide in Campus Scolastico darebbe alla città quell’infrastruttura degna del diritto allo studio e magari potrebbe diventare un punto di riferimento per le tre valli, di cui Sora ne è il perno centrale. Questa amministrazione, che non ha mai smesso di fare campagna elettorale e che continua a lanciare slogan, sarà schiacciata dalla morsa stessa della propria arroganza ed incapacità amministrativa. È ora che i cittadini e tutte le forze libere di questa città inizino a creare quel percorso di rinascita e crescita.

Mike Di Ruscio – Segretario Regionale FGS

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu