4 novembre 2015 redazione@sora24.it
LETTO 2.158 VOLTE

Il candidato a sindaco 5 Stelle, Fabrizio Pintori, segnala un “Increscioso errore” ai danni di Sora

«Egregio Sig. Sindaco ed egregio Assessore, con lettera del 30 agosto u.s. gli “Amici del MoVimento 5 Stelle Sora” presentarono una proposta per implementare il turismo (clicca qui), in particolare, quello legato al settore religioso, culturale ed artistico quale punto di partenza di un progetto più ampio. Si suggerì di valorizzare l’abbazia di San Domenico che – elevata a Basilica nel 2011 in occasione del millenario – potrebbe diventare meta obbligata per i turisti e i pellegrini che percorrono la Via Benedicti. Questa partendo da Norcia, in Umbria, si conclude in Molise, attraversando i luoghi in cui si concentrarono la vita e l’attività di San Benedetto e dei numerosi successori, tra cui San Domenico Abate o San Domenico di Sora.

La citata proposta meritava, probabilmente, una certa attenzione. Infatti, la mancata valorizzazione del patrimonio storico sorano determina – da parte di altre istituzioni – scarse attenzioni al nostro territorio ed alla nostra città. Per avere una dimostrazione di quanto scritto è sufficiente visitare il sito di Nicola Zingaretti (clicca qui) e constatare che Sora non è stata ricompresa nella mappa dei “Cammini di fede”.

cammino S  Benedetto

Ulteriore dato, che deve far riflettere, è che la Regione ha deciso di puntare sui quattro “Cammini di fede” in occasione del Giubileo della Misericordia per l’importanza che rivestono come percorsi di spiritualità: la via Francigena nel nord del Lazio; la via Francigena nel sud del Lazio; il Cammino di Benedetto; il cammino di Francesco. Sarebbe, pertanto, auspicabile per Sora cogliere tale occasione, perché potrebbe contribuire – seppur in parte – a rilanciare la città.

Si ritiene opportuno ricordare – ancora una volta – che Sora può fregiarsi di importanti luoghi di culto ed è ricca di storia, oltre S. Domenico, si deve menzionare anche S. Francesco d’Assisi che, dovendosi recare a Montecassino per ricevere il sacramento della ordinazione sacerdotale, al quale poi rinunciò (clicca qui), attraversò la nostra città. In ultima analisi, si ritiene che non si possa restare estromessi da iniziative simili i cui benefici possono avere utili ricadute su Sora. Valorizzare questo prezioso patrimonio permetterebbe, altresì, di aumentare ulteriormente il legame, già inscindibile, tra la città e la diocesi, che è una della più antiche al mondo. Premesso quanto sopra, si chiede un intervento urgente presso i competenti uffici regionali al fine rimediare all’increscioso errore».

Il Portavoce del Meetup
Fabrizio Pintori

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu