martedì 12 marzo 2013

Il Conclave 2013 “non tira”: prezzi alle stelle e prenotazioni fiacche

Martedì 12 Marzo inizierà il Conclave 2013 per l’elezione del nuovo pontefice: alle 16,30 i 115 elettori partiranno in processione dalla Cappella Paolina per dirigersi verso la Cappella Sistina. Qui avverrà il giuramento, seguito dall’ “extra omnes”, ovvero la formula del Maestro delle Cerimonie Pontificie che ordina di uscire a tutti coloro che non sono chiamati all’elezione, poiché l’elezione papale è rigorosamente segreta. A seguire, dopo la chiusura della Sistina, che sarà sigillata dall’interno, la meditazione del cardinale Prosper Grech. Poi la prima votazione, con il conseguente scrutinio e la prima “fumata”. In conclusione di giornata, la recita dei Vespri.

Il Conclave 2013, evento che nell’era della tecnologia e dell’informazione globale riveste anche una grande importanza mediatica, avrebbe dovuto richiamare nella Capitale migliaia e migliaia di fedeli e turisti in genere, ma a quanto pare le prenotazioni negli alberghi e nei bed & breakfast romani non hanno fatto registrare numeri entusiasmanti. Probabilmente la forte ascesa dei prezzi e il momento di congiuntura internazionale hanno convinto i più a seguire l’elezione del nuovo papa a in Tv o in rete piuttosto che fisicamente.

Al Conclave 2013, però, non mancheranno giornali e televisioni di tutto il mondo: gli addetti ai lavori, difatti, assicurano che le prenotazioni dei media sono andate secondo le previsioni. Quanto alla defezione di fedeli e turisti, si pensa che un consistente flusso verso Roma inizierà dopo l’elezione del pontefice. Molto dipenderà dalla sua nazionalità: se il nuovo papa sarà sudamericano, gli albergatori romani, come dichiarato a La Stampa dal presidente di Federalberghi Roma, Tommaso Tanzilli, scommettono su un “effetto traino sui turisti del Sudamerica”.

Commenti

wpDiscuz
Menu