1’ di lettura

Il messaggio dell’arcivescovo, mons. Filippo Iannone, ai fedeli della Diocesi

“Sora è diventata la mia terra, voi siete diventati il mio popolo”

Dallo scorso 31 gennaio, mons. Filippo Iannone è stato chiamato dal Santo Padre a svolgere il suo ministero episcopale nella Chiesa di Roma, con l’incarico di “Vicegerente”, conferendogli la dignità ”ad personam” di arcivescovo. Fino alla nomina dell’ottantacinquesima guida della Diocesi di Sora Aquino Pontecorvo, mons. Filippo Iannone continuerà a servire, come “Amministratore Apostolico”, la nostra Chiesa locale. All’indomani del suo nuovo impegno pastorale, l’arcivescovo, mons. Filippo Iannone, ha indirizzato ai fedeli della Diocesi di Sora Aquino Pontecorvo il seguente messaggio:

“Carissimi fratelli e sorelle,
come vi è noto, lo scorso 31 gennaio, il Santo Padre mi ha chiamato a svolgere il mio ministero episcopale nella Chiesa di Roma, con l’incarico di Vicegerente. In questo atto di fiducia e di benevolenza del Papa verso la mia povera persona, ascolto ancora una volta la voce del Signore, che mi dice: “Esci dalla tua terra e va’ dove ti indicherò”. Sì, esci dalla tua terra, perché, da quando, nel settembre 2009, ho fatto il mio ingresso in Sora, questa è diventata la mia terra, voi siete diventati il mio popolo. E in questo tempo, con la preziosa collaborazione innanzitutto dei sacerdoti, poi dei diaconi, dei religiosi, delle religiose e di tanti laici, attivamente impegnati nelle diverse comunità parrocchiali, ho operato avendo come unico obiettivo il servizio a questa antica e bella Chiesa di Sora Aquino Pontecorvo, perché realizzasse sempre al meglio la sua missione di essere luce e sale tra le genti di Terra di Lavoro e dell’Abruzzo.
La mia nomina, poi, è anche un segno di attenzione del Santo Padre verso questa Diocesi; motivo per cui vi esorto ad intensificare, con animo grato, la vostra preghiera per il Vicario di Cristo e a conservare sempre gelosamente la vostra ininterrotta fedeltà al magistero del Successore di Pietro. Carissimi, il Papa ha disposto che continui a guidare ancora la Diocesi, in qualità di Amministratore Apostolico, fino alla nomina del nuovo Pastore. Pertanto, nelle settimane a venire, continueremo a svolgere, con lo stesso impegno e lo stesso entusiasmo, il nostro lavoro e le nostre attività pastorali. Nel mentre vi assicuro la mia preghiera e la mia benedizione, vi chiedo di affidare al Signore Gesù e alla Vergine Maria, nostra Madre, il mio nuovo ministero”.

+ Mons. Filippo Iannone o. c.

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Il Covid torna a minacciare l'Europa. Luigi Di Maio: «Massima solidarietà a Spagna e Francia»

Il Ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, ripercorre i difficili mesi di questo drammatico 2020, segnato dalla pandemia di Covid-19.

Benefici dello yoga per corpo e mente

I vantaggi dello yoga non sono solo la possibilità di piegare il tuo corpo come un pretzel.

EUTANASIA - La storia di Piera Franchini

Piera Franchini, a causa di una lesione al fegato ormai incurabile, andò in Svizzera per il suo suicidio assistito nel 2013.

EUTANASIA - Marco Cappato: «Caro Papa, e se sull'eutanasia il "crimine" foste voi a favorirlo?»

Queste le dichiarazioni sulla propria pagina Facebook di Marco Cappato, esponente dei Radicali e dell'Associazione Luca Coscioni.

CORONAVIRUS – Lattoferrina proteina anti Covid perché stimola l'immunità

Il Professor Massimo Andreoni, direttore dell'Unità malattie infettive al Policlinico di Tor Vergata a Roma, è intervenuto nella trasmissione "L'imprenditore e ...