Il PD di Sora replica a De Angelis: «Non abbiamo bisogno di ritorni al passato, ma di guardare al futuro»

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa a firma della Segreteria PD di Sora.

“Da un ex europarlamentare e rispettivamente da un ex segretario del circolo PD di Sora, che, alle ultime amministrative del 2011, hanno portato il Partito Democratico di Sora al 2,51%, non accetto alcuna lezione di politica. Il nostro circolo, ha definito democraticamente ed in piena autonomia, come prevede lo statuto, la linea da seguire per l’interesse della città, evitando l’aumento delle tasse per i cittadini e permettendo anche a Sora, di partecipare alla definizione dell’Atto Aziendale per salvare il nostro ospedale; questioni di primaria importanza, che al contrario con il commissariamento del comune di Sora, non avremmo potuto sostenere e di cui i cittadini avrebbero pagato un prezzo altissimo. Battaglie queste, che la sinistra dovrebbe portare avanti sempre, in ogni comune della nostra provincia e con il supporto di tutto il Partito Democratico, non solo attraverso sterili comunicati stampa”.

Dura la replica del segretario del circolo PD di Sora alle dichiarazioni dell’ex europarlamentare Francesco De Angelis che accusa il PD sorano di aver salvato la Giunta di centrodestra ed aver contaminato il DNA del PD. “De Angelis stia pure sereno – aggiunge Tucci – nessuno modificherà il DNA del nostro partito. Sappiamo bene quale è la nostra identità e con la stessa coerenza di sempre, lavoreremo per l’interesse dei nostri concittadini e del nostro territorio”.

“Comprendo perfettamente – puntualizza la Tucci – che il clima delle provinciali ed il progetto di rinnovamento che il PD sta coraggiosamente attuando anche nella nostra provincia, contro una classe politica che finora ha prodotto ben pochi risultati stando seduta nelle stanze della Federazione, possa spaventare alcuni dirigenti provinciali. Ma sia ben chiara una cosa: non faremo alcun passo indietro, né ricorderemo con nostalgia un passato ormai andato. Stiamo costruendo il futuro della nostra città e del nostro partito. Certamente per i nostalgici dei tempi andati e della sinistra radicale, c’è e ci sarà sempre spazio nel partito di Sel.”

“Sulle prossime elezioni provinciali – conclude Tiziana Tucci – credo che alcuni esponenti del PD provinciale stiano facendo una battaglia inutile, ed utile solo per salvare loro stessi da un destino ormai segnato, utilizzando toni da prima repubblica e dimenticando la vera ratio della legge Delrio, che gli consiglio di leggere, così, tanto per capire meglio, quale ruolo e competenze avrà l’ente di secondo livello che ci si approssima ad eleggere. Rimbocchiamoci le maniche tutti insieme e lavoriamo per il bene comune della città e non per il mero interesse personale di pochi”.

Clicca qui per seguirci su Google News o clicca qui per seguirci su Telegram e ricevere sul tuo smartphone una notifica per ogni nuova notizia. Clicca qui sotto sul bottone "Mi piace" per seguirci su Facebook:
SCUOLA RENZO PIANO » Demolizione ex mattatoio
MESSAGGIO PROMOZIONALE

Promozione valida fino al 18 Febbraio 2020.

EXTRA

La Polizia di Frosinone e Sora arresta truffatore seriale

Aveva ottenuto un finanziamento da 60 mila euro acqusitare per un'auto di lusso spacciandosi per un medico. Pochi giorni dopo, aveva rivenduto il veicolo.

EXTRA

FROSINONE - Evasione fiscale record, l'operazione della Guardia di Finanza

13 persone denunciate per associazione per delinquere, bancarotta, riciclaggio ed omessa presentazione della dichiarazione dei redditi.

EXTRA

Piroscafo Oria: i morti che non ricorda mai nessuno

Fu uno dei peggiori disastri navali della storia. Morirono 4.116 soldati italiani. Ecco le foto dei militari originari della provincia di Frosinone (si tratta solo di ...

EXTRA

Nuovo centro distribuzione Amazon a Colleferro: 500 posti di lavoro a tempo indeterminato. Ecco come candidarsi

Sono già aperte le posizioni manageriali, tecniche e per le funzioni di support. Le selezioni per operatori di magazzino saranno aperte in estate.

EXTRA

Sequestrato in Ciociaria il pericoloso e potente allucinogeno che spinge al suicidio

In una villa i Carabinieri hanno trovato diverse capsule di “ayahuasca” e “mambe’”. È la seconda volta che accade in Italia.