Coronavirus, Borrelli a Repubblica: «Il rapporto di un malato certificato ogni dieci non censiti è credibile»

Non 63mila ma oltre 600mila potrebbero essere i connazionali colpiti dal Coronavirus.

Nell’intervista pubblicata oggi su La Repubblica, Angelo Borrelli, capo del Dipartimento della Protezione Civile, a una precisa domanda sul numero dei contagiati, ha affermato che “Il rapporto di un malato certificato ogni dieci non censiti è credibile”.

In buona sostanza, “traduce” Il Fatto Quotidiano, «in Italia potrebbero esserci più di 500mila positivi ‘fantasma’ al oltre ai 63mila censiti nell’ultimo mese».

CLICCA QUI PER LEGGERE