4 anni fa

Il Vescovo Gerardo incontra gli studenti delle Scuole Superiori di Sora e del territorio

Nella seconda parte del mese di febbraio il vescovo, mons. Gerardo Antonazzo, avrà una serie di incontri con alcuni gruppi di studenti degli Istituti Secondari di II° grado del nostro territorio. L’iniziativa è coordinata dall’Ufficio Scuola Diocesano, diretto da don Mario Zeverini ed ha avuto  inizio il giorno 13, con l’ ITIS di Isola Liri. Si proseguirà sabato 15 con   l’ITAS di Sora, quindi il 21 febbraio presso il L. Einaudi), il 25 al C. Baronio, il 27 al  Liceo L. Da Vinci e quindi al Liceo Classico, V. Simoncelli. Seguiranno  gli incontri anche con gli altri Istituti. Mons. Gerardo Antonazzo, lo scorso  in settembre, alla ripresa delle attività didattiche, aveva rivolto a tutti gli studenti ed  ai docenti l’augurio di un sereno e costruttivo lavoro scolastico ed auspicava “una formazione integrale delle persone, delle studentesse e degli studenti  attraverso una più robusta cultura della pace, dell’umanizzazione dei rapporti e delle diverse collaborazioni”. Quest’anno le comunità ecclesiali sono impegnate, con  una particolare attenzione, al mondo della Scuola che fa parte del bene comune, un bene primario e che deve avere la finalità di costruire e valorizzare il “capitale umano che diventa risorsa fondamentale per il bene futuro degli studenti e della società nelle sue diverse realtà. La stessa missione educativa è questione fondamentale e come tale riguarda la società, la famiglia, la Chiesa”. Negli incontri, il vescovo Gerardo, pur senza blindare il dialogo costruttivo, svilupperà come introduzione,  il seguente messaggio di papa Francesco:Non è la cultura dello scontro, la cultura del conflitto che costruisce la convivenza nei popoli e tra i popoli e tra  le persone, ma  la cultura dell’incontro, la cultura del dialogo…, questa è l’unica strada per la pace . Siamo certi che questi incontri ed il relativo dialogo costruttivo daranno buoni frutti per il bene dei giovani;frutti copiosi che  non mancheranno, in un  clima di fiducia e stima reciproca.

Gianni Fabrizio

Commenti

wpDiscuz
Menu