3 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 2.210 VOLTE

Insieme per Sora “prega” Tersigni ed i suoi: «Fate un atto d’amore, salvate la faccia e lasciate!»

«Elezioni provinciali: di male in peggio! Nonostante il Sindaco Tersigni abbia deciso di candidarsi nella coalizione vincente della competizione elettorale per la provincia di Frosinone, non è stato in grado di ricevere il sostegno della sua maggioranza che, da sola, sarebbe stata sufficiente ad eleggerlo in seno al nuovo Consiglio Provinciale. Facciamo gli auguri di buon lavoro a tutti i consiglieri provinciali eletti nel comprensorio: Vittorio Di Carlo, Massimiliano Quadrini, Gianluca Quadrini e Andrea Amata, che avranno il compito di riportare attenzione ad un territorio dimenticato dalle istituzioni sovracomunali.

Il Sindaco Tersigni, invece, tragga le dovute conclusioni: è uscito malconcio dalla conta in Consiglio Comunale, è stato salvato con un’operazione di trasformismo politico di dubbia qualità, non è stato in grado di trovare il consenso necessario neanche tra la platea ristretta degli amministratori comunali chiamati a scegliere la nuova assemblea. Tersigni è isolato nella sua amministrazione, è isolato nel territorio e la Città è allo sbando. Salvi almeno la faccia! E’ un ottimo professionista, ne siamo certi, ha interpretato la figura di Consigliere con abnegazione e dedizione, è una brava persona, ma non è in grado di guidare una Città complessa e con i problemi che sta vivendo Sora in questa fase!

La Città ha bisogno di nuovo slancio, di energie rinnovate, di idee innovative che possano aiutare le famiglie che sono allo stremo, le attività economiche che boccheggiano, il tessuto sociale ed economico che si tiene insieme solo grazie alla determinazione e la caparbietà dei cittadini Sorani. Di fronte a questo dramma e a questa sofferenza, il Primo cittadino non ha saputo in alcun modo indicare una direzione oppure offrire una diversa prospettiva di rilancio.

All’interno dello schieramento di maggioranza, poi, i vari consiglieri si comportano come cellule isolate ed impazzite, non organiche al corpo amministrativo: la recente rottura con gli alleati di Forza Italia è esemplare! L’incapacità di dialogare con il principale gruppo a suo sostegno, che invece ha saputo lavorare per la buona affermazione di Di Carlo, ha evidenziato, se ancora fosse necessario, la sua inadeguatezza nel gestire la dialettica politica all’interno del gruppo che ha vinto le elezioni del 2011.

L’unica immagine che, lui ed i suoi compagni di sventura, stanno riuscendo a far passare, è quella di persone attaccate solamente alle poltrone! Noi non crediamo, non vogliamo crederlo, che loro non tengano al bene di Sora come ci teniamo noi, ma è arrivato il momento di prendere importanti decisioni: hanno fallito! È tempo di restituire, a questo punto prima è meglio è, agli elettori Sorani la possibilità di giudicare il proprio operato: di questo passo, tra un anno e mezzo la situazione potrebbe essere irrecuperabile. Vi chiediamo un atto d’amore, forse l’unico, nei confronti di Sora: lasciate!»

Gruppo politico
Insieme per Sora

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu