1’ di lettura

Isabella Conti lancia il “Dono sospeso”. L’iniziativa natalizia della bellissima e bravissima Sindaca

Il Progetto, spiega la Sindaca di San Lazzaro di Savena, «segue il Carello Sospeso e lo Zaino Sospeso, iniziative grazie alle quali alcuni nostri cittadini hanno avuto la possibilità di avere la spesa a casa ma anche materiale scolastico affinché i bambini potessero iniziare al meglio la scuola».

Isabella Conti è dal 2014 Sindaca di San Lazzaro di Savena, Comune di circa 33 mila abitanti situato nella Città Metropolitana di Bologna. Per il Natale 2020 ha annunciato la partenza di una nuova bella iniziativa dedicata al sociale, il “Dono sospeso”. Coloro che conoscono tale abitudine tipicamente napoletana, riguardante il caffè, avranno già capito di cosa si tratta. In ogni caso, ecco il post sul social nel quale la sindaca spiega i dettagli della campagna.

«Stiamo attraversando un momento difficile, ora più che mai occorre affrontarlo insieme, uniti. Tutti ci auguriamo che il Natale porti serenità e nuova speranza, ma sappiamo bene che per qualcuno questa Festività può rappresentare un momento di solitudine o di maggiore sconforto. Vogliamo provare a renderlo una occasione di comunità vera, di mani tese verso l’altro, di abbraccio corale», scrive la Sindaca di San Lazzaro di Savena.

Grazie al cuore di questa comunità, ogni bimbo potrà vivere la gioia di scartare un dono sotto l’albero insieme alla propria famiglia. Da oggi nella nostra San Lazzaro prende vita il ‘Dono Sospeso’, l’iniziativa che consente di fare un regalo di Natale a tutti i bimbi le cui famiglie stanno attraversando momenti complicati.

Un progetto che – prosegue Conti – segue il Carello Sospeso e lo Zaino Sospeso, iniziative grazie alle quali alcuni nostri cittadini hanno avuto la possibilità di avere la spesa a casa ma anche materiale scolastico affinché i bambini potessero iniziare al meglio la scuola. Fino al 21 dicembre, potrete acquistare libri, giocattoli, album, bambole, macchinine, costruzioni e tutto quello che i bimbi possono desiderare. Potrete lasciarli direttamente in negozio: i doni saranno poi recuperati dai nostri volontari e distribuiti alle famiglie seguite dall’Emporio solidale Amalio» conclude la sindada sulla sua pagina social.

 

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti