ISOLA DEL LIRI – Il Sindaco Quadrini ricorda la Giornata della Memoria

Giornata della Memoria, il sindaco Massimiliano Quadrini: «Ricordare l'orrore della Shoah è probabilmente l’unico modo per creare le condizioni affinché non accada più».

«Viviamo in un mondo complesso nel quale la velocità brucia notizie e avvenimenti facendoci vivere in una sorta di presente permanente, nel quale spesso viene a mancare ogni rapporto organico col passato storico e la memoria diventa volatile. Il 27 gennaio 1945 vengono abbattuti i cancelli di Auschwitz, il più abominevole dei campi di sterminio tedeschi. Le vittime furono circa sei milioni. Lo sterminio non fu esercitato solo contro gli Ebrei, che pure costituivano l’obiettivo finale; vittime furono anche gli oppositori politici, gli zingari, gli slavi, gli omosessuali, le prostitute, i testimoni di Geova, i minorati mentali, i portatori di handicap, gli “asociali”, i “diversi” per costume, confessione e costituzione fisica, gli indegni di vivere secondo il delirio nazista.

Con una legge dello Stato, anche per noi italiani, quella data è diventata il simbolo della condanna della Shoah, la giornata della memoria. Memoria dell’Olocausto e di quanto lo precedette, allorché per imitare l’alleato tedesco anche il regime fascista emanò nel 1938 le vergognose leggi razziali: con esse si proibiva a tanti ragazzi e giovani, solo perché di origine ebraica, di frequentare le scuole e si intimava loro di abbandonare gli studi.

A causa di queste leggi, moltissimi dovettero abbandonare la propria vita solo perché i loro nomi erano di religione ebraica. Per questa colpa furono avviati prima al carcere e ai campi di lavoro e poi ai campi di sterminio. Anche dal nostro Paese partirono convogli e vagoni piombati. In essi furono stipati più di ottomila ebrei italiani, spediti verso i campi di morte in Polonia e in Germania. Questo è stato e fatti analoghi, pericolosamente somiglianti, si sono ripetuti nel recente passato e rischiano di accadere di nuovo nel nostro mondo dove ci sono di nuovo muri e intolleranze. La perdita della memoria rende possibile il ripetersi di nuovo dell’abominio.

Ricordare l’orrore è probabilmente l’unico modo per preservarci da esso. Da qui il bisogno di mantenere la memoria, di rendere consapevoli la società e le generazioni future delle atrocità che gli uomini sono stati capaci di compiere. Gli insegnanti e le famiglie sono impegnati nell’importante compito di educare le nuove generazioni alla vita e al rispetto dell’altro, alla solidarietà. Per questo nobile e prezioso lavoro, svolto quotidianamente in silenzio e nelle difficoltà, li ringraziamo. Ai Ragazzi, il compito prezioso di conservare la memoria».

Clicca qui per seguirci su Google News o clicca qui per seguirci su Telegram e ricevere sul tuo smartphone una notifica per ogni nuova notizia. Clicca qui sotto sul bottone "Mi piace" per seguirci su Facebook:
CORONAVIRUS

Coronavirus: la situazione a Sora, tre nuovi casi positivi e un decesso

Complessivamente, il numero totale è arrivato a 28.

NECROLOGI

Ci ha lasciato Gabriele Tersigni

Si è spento presso l'Ospedale "Fabrizio Spaziani" di Frosinone.

CORONAVIRUS

Coronavirus: 13 nuovi casi e due decessi in provincia di Frosinone

Le persone decedute sono un uomo e una donna entrambi pazienti oncologici di 70 anni.

CORONAVIRUS

Coronavirus: il Lazio verso i tremila casi totali. Tutti i dati aggiornati

Analizzando le giornate di sabato 28 e domenica 29 resta stabile il dato dei ricoverati in terapia intensiva, mentre sale di 12 unità ...

CORONAVIRUS

ROMA - Coronavirus: divulgato il bollettino quotidiano dall'Ospedale Spallanzani

I ricoverati salgono a 216, 25 dei quali necessitano di supporto respiratorio.

CORONAVIRUS

FROSINONE - Spaziani Covid-19 Hospital con 110 posti dedicati, Lorusso: «Ce la faremo»

Il Direttore della Asl Frosinone, Dott. Stefano Lorusso invita a mantenere altissima l'attenzione nel momento più delicato: «C'è una lieve ...

CORONAVIRUS

Coronavirus: nel Lazio l'età mediana dei positivi è di 58 anni

Frosinone è la prima provincia dopo Roma per numero di residenti positivi. Seguono Latina, Viterbo e Rieti. Ecco tutti i numeri ...

CORONAVIRUS

FROSINONE - Coronavirus, nel capoluogo contagi più bassi rispetto al resto della provincia

«Sicuramente - ha dichiarato Ottaviani - a Frosinone i casi positivi sono di gran lunga inferiori rispetto alla media provincia, ...

CORONAVIRUS

Disposizioni emergenza COVID-19: altre 39 multe dei Carabinieri in provincia di Frosinone

I cittadini sanzionati sono di: Frosinone, Cassino, Alatri, Ferentino, Fiuggi, Piedimonte San Germano, Villa Santa Lucia, Amaseno, Ripi, Supino, Cervaro, ...

CORONAVIRUS

Coronavirus, il bollettino nazionale di oggi: 1.590 guariti e 812 deceduti

Il numero totale di contagiati ufficialmente riscontrati dall'inizio dell'epidemia è arrivato a 101.739 unità, mentre ieri era ammontava a 97.689.

CORONAVIRUS

Emergenza Coronavirus e provvedimenti per le famiglie: il Sindaco di Sora spiega come usufruire dei contributi

Dopo aver aggiornato la cittadinanza sulla situazione sanitaria (3 nuovi casi a Sora ma anche 5 guariti e purtroppo un secondo decesso), ...

CORONAVIRUS

ISOLA DEL LIRI - Emergenza Coronavirus: 14 attività cittadine effettuano consegne a domicilio

Tutti i recapiti telefonici per ordinare senza muoversi da casa.

CORONAVIRUS

Coronavirus: comune del reatino diventa "zona rossa", arriva l'Esercito

71 positivi su 87 in una casa di riposo locale. Dei positivi, 63 risiedono a Contigliano. Da qui il provvedimento della Regione.

CORONAVIRUS

Coronavirus: gli attuali "positivi" nel Lazio arrivano a 2500 unità. Deceduti a quota 150

Oggi purtroppo altre 14 persone non ce l'hanno fatta. Gran balzo in avanti dei guariti, +59 rispetto a ieri.