ISOLA DEL LIRI – Prova la carabina in giardino e un piombino raggiunge un uomo in strada

Il ferito è stato trasportato al pronto soccorso di Sora, dove è stato refertato con una prognosi di gg. 10 s.c. per la presenza di “un corpo estraneo metallico nella spalla dx".

Nella giornata di ieri Ieri, a Isola del Liri, il personale del locale Comando Stazione Carabinieri, al termine di specifica e serrata attività info-investigativa, ha denunciato alla competente A.G. un 36enne di Castelliri poiché resosi responsabile del reato di “lesioni personali” a seguito di colpo esploso da carabina ad aria compressa, ai danni di un 46enne, commerciante, residente in Monte San Giovanni Campano ma con attività commerciale sita nel comune del denunciato.

La sintesi della vicenda tratta dal comunicato stampa divulgato dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Frosinone. 

Il 22 marzo scorso, alle ore 19:00 circa, il personale dello stesso Comando Arma, è intervenuto in una via del Comune di Castelliri ove, un commerciante 46enne di Monte San Giovanni Campano ha riferito loro che, mentre si trovava all’esterno della propria attività commerciale, era stato attinto alla spalla destra da un piombino da 4,5 mm per carabina ad aria compressa. Nell’immediatezza la vittima ha riferito ai militari che escludeva la presenza di situazioni particolari riconducibili all’evento stesso e, nel contesto, prontamente soccorso dal personale del 118, è stato poi trasportato presso il pronto soccorso dell’ospedale di Sora , ove veniva dimesso con una prognosi di gg. 10 s.c. per la presenza di “un corpo estraneo metallico nella spalla dx”.

Nel corso delle serrate attività info-investigative ed al termine delle verifiche finalizzate ad accertare i soggetti che detenessero armi in un raggio di un chilometro dal luogo dell’evento, gli operanti hanno raccolto inconfutabili fonti di prova nei confronti del denunciato che, una volta invitato in caserma e messo alle strette, ha ammesso di aver esploso (dal giardino attiguo alla propria abitazione) due colpi dalla sua carabina ad aria compressa per provarne la funzionalità, di cui uno attingeva, non intenzionalmente, il commerciante. Nei confronti dello stesso, inoltre, sono state cautelativamente sequestrate tutte le armi in suo possesso e regolarmente detenute.