ISOLA DEL LIRI – Rombano i motori del 6° Rally della Ciociaria

Ecco tutti gli iscritti e il percorso.

Semaforo verde per il Rally della Ciociaria giunto alla sua sesta edizione, gara che vede 56 iscritti, un numero, che ogni anno cresce sempre di più. Motori pronti ad accendersi nel pomeriggio di sabato 21 settembre e dare quindi vita ad una nuova pagina di sport in terra ciociara. Nella mattinata, dopo le operazioni di verifica antegara in programma a Isola del Liri, gli equipaggi saranno impegnati nello shakedown lungo un tratto della piesse di “Fontana Liri”, prima della pausa di metà giornata. A seguire, gli equipaggi si ritroveranno in corso Roma per la pedana di partenza sul ponte della cascata di Isola del Liri e quindi, le due insidiose prove speciali in territorio di Monte San Giovanni Campano. L’adrenalina sarà già ai massimi livelli dalla partenza, la parola passerà subito al cronometro ed ai motori.

I protagonisti – Quattro vetture di classe R5 al via, ben tre sono differenti tra loro in quanto si sfideranno Skoda Fabia, Ford Fiesta e Hyundai i20 R5. In lizza per la vittoria c’è ovviamente Emanuele Giannetti su Skoda Fabia R5 del team Colombi. Il driver di Fontana Liri punta senza mezzi termini al tris avendo vinto le ultime due edizioni della gara. Il primo degli sfidanti e sicuramente il siciliano Nino Cannavò con una Fiesta R5, l’altra vettura ceca iscritta è quella che guiderà Antonio Bucciarelli, terzo nella passata edizione, esordio invece per vettura e driver: Gianluca Bailonni su Hyundai i20 R5. Assente in questa classe, ma presente in gara, il picano Gianni Gravante secondo nel 2018 e al via quest’anno con una Clio S1600.

Scorrendo l’elenco iscritti, troviamo due vetture che hanno dominato la scena prima dell’arrivo delle nuove R5, la Peugeot 207 S2000. Le francesine sono affidate a Francesco Bucciarelli e Gianluca Fiorella. Ben tre Mitsubishi, tutte Evo X con “Mattonen”, Santoro e Ulgesi. Cinque le S1600, tutte Renault Clio con Gravante in pole position, seguito da Viti, Marco Oddi, Scaccia e Trotta. Pari e patta tra R3C e R2B: Speranzini e Zoffranieri e Di Vito e Roma. Ben otto gli iscritti in Classe A7: Di Vico, Sciscione, Taglienti, Pizzuti, Galuppi e Cappella, tutti su Clio Will., Cinelli (Peugeot 306) e Mattone (Peugeot 206). Ben 11 gli equipaggi in classe N3, tutti in grado di garantire spettacolo: Massa, Quatrini, De Filippi, Zolli, Manna, Taglione, D’Avelli A., Renzi, Di Giorgio, Antonucci e Zolli. Completano la lista, gli equipaggi delle ClassiA5; A/K10, R1Naz; RSTB e la lunga lista la Classe N2 con cinque equipaggi. Cinque i Riordini previsti, due nella giornata di sabato: Chiaiamari e tre alla domenica, tutti nella zona “Oasi del Vallone” in territorio di Arpino, dove è allocato anche il Parco Assistenza.

Tutto pronto quindi nell’intero territorio ciociaro per accogliere l’attesa gara, in particolare nei due comuni capofila, Isola del Liri e Monte San Giovanni Campano, il primo quartier generale della manifestazione e con partenza e arrivo, l’altro, che apre e chiude la manifestazione: due prove del sabato e chiusura della gara con il doppio passaggio sul tratto della “Bagnara”.

Rally della Ciociaria Rally della Ciociaria

SPONSOR

La nuova promozione in vigore dal 3 al 20 Ottobre 2019.