Jessie Tersigni: “Il tremendo problema dell’edilizia scolastica”

Ci scrive una nostra lettrice, Jessie Tersigni: “Perché dopo ogni terremoto scopriamo che le strutture non era agibili? Penso che Italia debba cominciare ad avere controlli pui severi sulla agibilità della struttura invece di piangere dopo. Abbiamo lanciato l’allarme più volte sulla disastrosa situazione in cui versano le scuole italiane: una su cinque è situata in zone a rischio sismico, il 50% ha bisogno di interventi strutturali, il 57% non possiede il certificato di agibilità statico-sanitaria.

E’ inaccettabile che nel 2013 i luoghi dove passano nostri figli buona parte della giornata, luoghi preposti alla vita comunitaria e all’apprendimento, rischino quotidianamente di trasformarsi in delle trappole per la nostra vita.

Secondo la citata indagine del MIUR:

  • 23.557 edifici (il 57%) non hanno il certificato di agibilità statica (Sardegna 84,47%, Calabria 76,51%, Umbria 76,27%, 68,99% Lazio, 68,67% Liguria, 66,32% Abruzzo);
  • 23.702 edifici (il 57,35%) degli edifici scolastici sono privi del certificato di agibilità sanitaria (Sardegna 81,55%, Umbria 74,58%, Calabria 74,43%, Lazio 74,35%, Puglia 65,49%);
  • 14.919 edifici (il 36,10%) non hanno gli impianti elettrici a norma (Molise 56,98%,Sardegna 56,80%, Abruzzo 46,05%, Lazio 45,45%, Calabria 43,87%);
  • 29.066 edifici (il 70,33%) presentano barriere architettoniche (Molise 80,23%, Basilicata 78,40%, Calabria 77,13%, Umbria 75,14%, Sardegna 75,24%);
  • solo in 1 scuola su 3 sono presenti scale di sicurezza ovvero nel 36,96% non sono presenti scale di sicurezza (Calabria 56,76%, Molise 53,49%, Sardegna 46,12%, Campania 45,31%, Lazio 44,58%).

Si stima che ben 13.688 edifici (il 33,12%) hanno bisogno urgente di manutenzione! Numeri che crescono ulteriormente allorquando si pensa alla gestione delle emergenze. Il 90% degli edifici ha ingressi che non dispongono di standard di sicurezza adeguati; il 91% non ha l’ingresso facilitato per disabili; nel 70% dei casi non esistono gradini antiscivolo; in 20,65% non è stata installata la chiusura antipanico; in 1 scuola su 5 le vie di fuga non sono adeguatamente segnalate. Con l’aggravante che il 73,21% delle scuole non è in possesso del certificato di prevenzione incendi; il 20,59% delle scuole non ha fatto prove di evacuazione e che quindi non si è in grado a far fronte a situazioni di emergenza.

Dall’indagine emerge una realtà decisamente preoccupante destinata a peggiorare sotto ogni punto di vista se non dovesse essere affrontata in maniera puntuale e corretta tale da determinare un’inversione di tendenza sia sulle risorse che sul fronte della prevenzione. E pensare che, oltre ai rischi dovuti allo stato degli immobili, le nostre scuole sono soggette ad ulteriori rischi dovuti, per via della loro ubicazione, alla particolarità geologica del nostro territorio (rischio sismico, idrogeologico, vulcanico) e alla vicinanza ad aree industriali, antenne emittenti radio televisive, elettrodotti ecc..

Anche qui le statistiche ci offrono un quadro quanto mai sconcertante:

  • 13.932 edifici scolastici (33,71%) sono situati in località a rischio sismico;
  • 6.497 edifici scolastici (15,72%) sono ubicati vicino alle antenne emittenti radio televisive;
  • 5.331 edifici scolastici (12,90%) sono in prossimità di aree industriali;
  • 2.500 edifici scolastici (6,05%) si trovano in prossimità di elettrodotti ad alta tensione e bassa tensione;
  • 1.773 edifici scolastici (4,29%) si trovano vicino a fonti di inquinamento acustico;
  • 756 edifici scolastici (1,83%) si trovano vicino a strutture militari;
  • 500 edifici scolastici (1,21%) sono vicino ad aeroporti.

L’analisi fin qui svolta fa emergere un panorama decisamente preoccupante destinato a peggiorare sotto ogni punto di vista. Ci troviamo di fronte ad una vera e propria emergenza che investe l’intero territorio nazionale e che, per le sue dimensioni quantitative, non può continuare ad essere sottovaluta e sottaciuta in particolare da parte del Governo e del Ministro.

E’ emblematica la vicenda della scuola “Iovine” di San Giuliano in Molise. Quel tragico evento è la prova provata dei drammi che possono accadere allorquando lo stato di inadeguatezza delle strutture si combina con le calamità naturali quali il terremoto. Quel tragico evento ci ricorda che dietro alle tragedie imputabili a calamità naturali il più delle volte c’è la negligenza dell’uomo. Non possiamo aspettare la prossima tragedia”.

Clicca qui per seguirci su Google News o clicca qui per seguirci su Telegram e ricevere sul tuo smartphone una notifica per ogni nuova notizia. Clicca qui sotto sul bottone "Mi piace" per seguirci su Facebook:
I più letti di oggi:
5.341
SORA - Sorpresi a rubare nel parcheggio della palestra, due arresti
1
CRONACA

SORA - Sorpresi a rubare nel parcheggio della palestra, due arresti

Si tratta di un uomo di 50 anni e di una donna 46enne. Erano "in trasferta" nella città volsca.

5.271
È venuta a mancare Anna Maria Polsinelli
2
NECROLOGI

È venuta a mancare Anna Maria Polsinelli

Si è spenta in ospedale a Sora.

1.484
SORA - Qualità dell’aria, il Sindaco fa il punto della situazione
3
POLITICA

SORA - Qualità dell’aria, il Sindaco fa il punto della situazione

“Al momento i dati ufficiale forniti da ARPA Lazio non presentano a Sora superamenti delle soglie di legge. Siamo pronti, ...

700
ARPINO - Scuola: problematica succursale Pagnanelli, la nota dei genitori
4
SCUOLE

ARPINO - Scuola: problematica succursale Pagnanelli, la nota dei genitori

Incertezze in ordine alla struttura che ospiterà la secondaria di primo grado, all’orario giornaliero (non indicato sul PTOF pubblicato), ...

504
SORA - Scuola Renzo Piano: la settimana prossima verrà demolito l'ex mattatoio
5
POLITICA

SORA - Scuola Renzo Piano: la settimana prossima verrà demolito l'ex mattatoio

Si passa finalmente alla fase operativa che porterà alla realizzazione della scuola innovativa in tecnologia X-LAM progettata dallo staff del ...

I più letti della settimana:
17.171
Sei grande Valè!. L'applauso di Sora intera a Valeria Altobelli
1
CRONACA

"Sei grande Valè!". L'applauso di Sora intera a Valeria Altobelli

"I'm standing with you", progetto musicale a cura di Diane Warren, è un inno contro ogni forma di violenza e discriminazione. ...

14.693
SORA - Fatture false per 471 milioni di euro
2
CRONACA

SORA - Fatture false per 471 milioni di euro

La ricostruzione dell'operazione che ha portato la Tenenza della Guardia di Finanza di Sora alla scoperta della mega evasione.

13.307
È venuta a mancare Stefania Guglietti
3
NECROLOGI

È venuta a mancare Stefania Guglietti

Si è spenta venerdì scorso a Roma, aveva 51 anni.

13.027
La mamma di tutti i bambini dello scuolabus non c'è più
4
PROVINCIA

La "mamma" di tutti i bambini dello scuolabus non c'è più

Grande cordoglio in città per l'improvvisa scomparsa della donna.

10.185
Stella è con noi e lo sarà per sempre
5
CRONACA

Stella è con noi e lo sarà per sempre

Alla 18enne Stella Tatangelo, venuta tragicamente a mancare la scorsa estate, è stato intitolato oggi pomeriggio il campo sportivo del Liceo ...

Video più visti:
POLITICA

SORA - Passi carrabili: il Sindaco riferisce alla cittadinanza

Roberto De Donatis: «Non si tratta di accertamenti che definiscono la situazione in modo tassativo. Le valutazioni saranno effettuate caso ...

POLITICA

SORA - Chiusura viale San Domenico, il Sindaco: «Lavori necessari, ci scusiamo per il disagio»

Le dichiarazioni di Roberto De Donatis sulla chiusura del tratto di viale San Domenico compreso tra Marco Polo e la ...

POLITICA

Ecco come sarà il 2020 di Sora. Intervista di fine anno al Sindaco, Roberto De Donatis

Scuola Renzo Piano, ripresa dei lavori nell'ex Tomassi dopo 15 anni, illuminazione pubblica, strade, marciapiedi, ponti lamellari, pista ciclabile e nuova ...

PROVINCIA

«Vivi con pazienza, sii forte e credi in te stesso»: l'insegnamento di Ilaria

Centinaia di persone e grande commozione ai funerali della sfortunata ragazza 24enne vittima di un drammatico incidente stradale la sera ...

POLITICA

SORA - La Farmacia Comunale diventa dal 51% al 100% di proprietà del Comune

Stop alla partnership con il privato e via al modello gestionale "in house".