6 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 2.082 VOLTE

La matematica non è un’opinione: 11-X=7 (di Mike Di Ruscio)

Crisi a tempi di record! Tanto per essere chiari, quello dell’altra sera sembrava una prova generale dello spettacolo “Tanti sciacalli per nulla”. Chiedo scusa se inizio questa mia nota in forma ironica, ma credo che certe affermazioni (“Poveri sciacalli che, sotto le mentite spoglie di cittadini che amano Sora, in realtà auspicavano il tanto peggio tanto meglio e chiedevano a gran voce nuove elezioni “), specie se fatte da persone che ricoprono ruoli istituzionali importanti, sanno di irrispettose e poco eleganti ne confronti della città che si rappresenta, pertanto credo sia opportuno chiedere scusa.

Detto ciò, vorrei affrontare il nocciolo della questione. In questi giorni ci sono stati molti interventi, soprattutto da parte del consigliere Giuseppe Cascone. Il dato emerso da queste note è che, al di là della crisi, qualche problema in realtà ci sia, altrimenti certe affermazioni non avrebbero senso: “Il mio parere credo che sia palese: bisogna assolutamente chiedere una “VERIFICA” (di giunta e di consiglio), e ripartire con presupposti ben diversi, dove ognuno lavorerà per le sue competenze, senza ostacolare l’operato degli altri amministratori, che per volontà sovrana del POPOLO sorano sono stati delegati a svolgere un RUOLO ben definito, senza favoritismi e compromessi”.

Tutto questo fa pensare che il problema non sia di natura politica, come se la vendetta dovesse essere ancora consumata.
Ci sono state anche valutazioni dal punto di vista “matematico”, quando si è parlato di “Mister X”, quasi come se la soluzione risiedesse in una formula algebrica. In realtà il fattore X ancora non è stato risolto del tutto e la cittadinanza attende spiegazioni esaustive, non bastano slogan del tipo “Tanto per essere chiari: penso che l’incidente accaduto giovedì scorso in Consiglio comunale finirà per rafforzare, e di molto, l’Amministrazione Tersigni!”.

Questo non può essere considerato solo un incidente. Infatti, nella riunione di “maggioranza” che si è tenuta ieri non erano presenti i consiglieri “dissidenti”, perché non invitati alla riunione, nonostante pare sia stato recuperato sulla via di Damasco il consigliere Serafini. Una domanda sorge spontanea: perché non sono stati invitati Cascone, Farina e Gravaldi Pontone alla riunione? Sarebbe stato più democratico e terapeutico ascoltare anche le loro ragioni. Questo modo di fare fa pensare che la spaccatura sia, oltre che evidente, anche difficile da sanare.

Mike Di Ruscio – Sora24

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu